Saline, off limits l’ingresso della scuola di via Orioli

 

1/3/2016 – Dopo questi “burrascosi” giorni pioggia, si ripete la storia infinita, strade allagate, lavori di manutenzione, per le caditoie, la raccolta delle acque meteoriche, marciapiedi, il tutto concluso in sordina, una vasca di laminazione non attivabile per la mancanza della centralina di controllo, con il manto stradale asfaltato a metà, per un triste rimpallo di competenze, e, ciliegina sulla torta, un parcheggio disponibile al libero uso, ma mai “collaudato”. “La cosa che più sgomenta – spiega Gaetano Di Staso dell’associazione Salviamo Ostia Antica – è l’ingresso alla scuola materna di via Francesco Orioli, scuola al centro di polemiche, sommosse popolari, interrogazioni parlamentari, dopo anni finalmente l’apertura, con il risultato che ad ogni pioggia, l’ingresso principale è una continua pozza d’acqua, arrivarci, già da via del Collettore Primario, comporta slalom tra buche e piscine fangose. Ad ogni rovescio di pioggia, decine sono le lamentele dei genitori e nonni che si trovano a dover portare i loro bimbi a cavalcioni per evitare di infangarsi. L’area verde adiacente la scuola materna e un groviglio di erbacce e cumuli di materiale di risulta, lasciato senza nessun intervento, molto probabilmente dal cantiere che ha effettuato a suo tempo i lavori. Come sempre ci troviamo nel dover denunciare la pochezza di alcuni interventi, l’incuria di siti di importanza sociale, come le scuole, senza nessun rispetto e responsabilità”.
L’Associazione “Salviamo Ostia Antica” raccogliendo le segnalazioni di genitori e cittadini, si augura di vedere al più presto l’intervento delle istituzioni preposte, delle ditte appaltanti, per portare il giusto decoro e vivibilità in un tessuto sociale in piena espansione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here