Il Codacons incontra il prefetto Vulpiani

3/3/2016 – Il Codacons ha incontrato oggi il Commissario per il X Municipio, Domenico Vulpiani, portando al Prefetto le istanze dei cittadini di Ostia e quartieri limitrofi che da tempo denunciano lo stato di degrado della zona e lamentano di essere abbandonati dalle istituzioni.
L’associazione, rappresentata dal Vicepresidente Giovanni Pignoloni, ha chiesto al Commissario di intervenire con urgenza sulle problematiche maggiormente sentite dai residenti, come buche stradali, viabilità, pulizia delle strade, piste ciclabili. In tema di buche e ambiente Vulpiani ha fatto sapere che è al momento in atto una mappatura del dissesto stradale, mentre con due apposite delibere è stato affidato alla Società “Risorse per Roma” il riordino, la bonifica e il risanamento della zona, per riqualificare il territorio dal litorale ad Acilia; è stata inoltre firmata una convenzione con Fortini AMA per migliorare la raccolta differenziata, e il Prefetto si è impegnato a recarsi assieme al Codacons presso il Sottopasso tra viale dei Romagnoli e via Saponara, al fine di avviare attività ispettiva volta a risolvere il degrado dell’area.
Sui Trasporti pubblici locali – vero e proprio tallone d’Achille del V Municipio – Vulpiani ha fatto sapere che la materia è competenza esclusiva di Regione e Comune, e che spetta quindi a loro intervenire.
In vista dell’estate, l’associazione ha chiesto misure per migliorare lo stato delle spiagge e garantire legalità sul litorale, e iniziative culturali per i residenti. Il Commissario ha condiviso tali esigenze, informando che il municipio si sta già occupando del tema cultura allo scopo di promuovere eventi estivi a Ostia, e si sta cercando di individuare tutti gli abusi legati agli stabilimenti balneari del litorale.
“Siamo molto soddisfatti dell’incontro odierno – afferma Giovanni Pignoloni – i cittadini hanno finalmente ottenuto risposte, e speriamo che ora alle parole seguano i fatti. Continueremo in ogni caso a monitorare la situazione del X Municipio e a raccogliere segnalazioni e denunce dei residenti”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here