Bambini scacchisti all’assalto del Comprensivo Mar dei Caraibi di Ostia

18/3/2016 – Un turbinio di emozioni ha imperversato nella palestra dell’Istituto Via Mar dei Caraibi di Ostia. Dagli insicuri che fanno volteggiare le manine sul pezzo da muovere, per poi cambiare alla fine la direzione del loro movimento e sceglierne un altro, a quelli che ripetono lo stesso gesto, ma solo per analizzare bene tutte le possibilità a disposizione. Senza contare chi salta sulla sedia perché non vede l’ora di passare alle attività ricreative del cortile e chi invece è completamente rapito dalla posizione sulla scacchiera!
I campionati giovanili studenteschi sono per il movimento scacchistico laziale un momento di confronto e di grande festa. E le emozioni in gioco non sono solo quelle dei bambini… Genitori che fremono; capitani di squadra, anche loro tesi, che travalicano il ruolo di garanti per concedersi a sgradevoli ingerenze non consentite; arbitri presi dalle mille vocine che chiedono un intervento diretto; organizzatori attenti a che tutto vada per il meglio e il comitato regionale Lazio che tira le somme guardando con favore al risultato di un lavoro che, parafrasando le parole del presidente Luigi Maggi, è partito dai micro progetti di insegnamento del gioco, per poi passare alla formazione dei docenti nelle classi e trovare, nella giornata di oggi, il suo punto di arrivo.
Fa eco alle parole del presidente il pensiero del referente provinciale dei Cgs Paolo Andreozzi: “Ho notato quest’anno diverse nuove scuole accompagnate da professori che avevano semplicemente partecipato ai corsi di due giorni del ciclo “scacchi a scuola”. Un segnale che questa è la strada giusta da percorrere!”. Se le frasi di Maggi ed Andreozzi descrivono delle operazioni interessanti da un punto di vista qualitativo, anche di fronte alle logiche quantitative la manifestazione di  sabato 12 marzo ha dimostrato di non avere nulla da temere: 77 squadre per un totale di più di 400 giocatori.
Delle 33 squadre maschili e miste per il primo torneo delle primarie, ad avere la meglio è stato l’istituto comprensivo Largo Dino Buzzati con 10 punti, seguito dal Leonardo V.1 e dal Caraibi, entrambi ad 8. Nel torneo delle primarie femminili a guadagnarsi il gradino più alto del podio è stato proprio l’istituto ospitante, e cioè il via Mar dei Caraibi. Seconde le bambine del Maria Immacolata 1, anche loro a 9 punti come le prime. Mentre l’Alfieri Lante Roma è terzo con 6 punti. A questo torneo hanno partecipato complessivamente 15 squadre. Se nelle scuole superiori si è avuto un calo di partecipazioni, solo 3 le squadre juniores e 4 quelle degli allievi, sono stati i più piccoli a rinverdire l’evento di quest’anno, le classi primarie in primis, ma anche le medie, in particolare quelle maschili e miste con 18 classi, mentre nelle femminili hanno partecipato solo 5 classi. Veniamo ai vincitori di ognuno di questi tornei. Primo assoluto degli allievi, si classifica il Cannizzaro di Roma, seguito dal Cavour e dal Righi. Tra gli Juniores è invece il Cavour ad avere la meglio staccando Cannizzaro e Confalonieri con 4 e 5 punti di differenza. Tornando invece alle medie, primeggiano nei rispettivi tornei l’Istituto Comprensivo Dino Buzzati e il Via Mar dei Caraibi. Una bella doppietta per entrambi gli istituti che portano a casa sia il titolo di vincitore delle primarie che delle secondarie di primo grado.
“Il più grande torneo di scacchi mai disputato nella capitale! – ha commentato Francesco Nassetti, deus ex machina della manifestazione – Suggello finale, al momento della premiazione, le tribune dello Stadio “Giannattasio” strapiene di giocatori e genitori!”.
A gestire l’intera manifestazione per quanto ha riguardato abbinamenti, controversie e reclami, un nutrito e attento pool arbitrale diretto dall’arbitro candidato nazionale Fabrizio Falsi e composto dagli arbitri regionali: Stefano Palermo, Paolo Andreozzi, Maurizio Vaccaro, Alfredo Peverieri e Leandro Pancrazi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here