Tour di Alfio Marchini ad Ostia Antica ed Acilia. “A Ostia tutto si respira tranne che un clima mafioso”

18/3/2016 – Sopralluogo questa mattina di Alfio Marchini nell’entroterra del X Municipio. Accompagnato da Alessandro Onorato e dal coordinamento X Municipio Lista Marchini, il candidato Sindaco di Roma ha visitato la stazione della Roma-Lido di Ostia Antica dove da tempo la Lista sta portando avanti una battaglia contro le barriere architettoniche e il vicino borgo medioevale dove ha affrontato il tema della chiusura del Castello di Giulio II e dei ponteggi presenti ormai da anni sulle mura. II tour poi si è spostato verso le pompe di sollevamento del CBTAR in via del Fosso di Dragoncello, dove si è tenuto un incontro con il Direttore del CBTAR Dario Matturro, e il presidente la signora Lopez, dove si sono argomentati le opere del Consorzio di Bonifica e la mole di lavoro da intraprendere per portare il territorio in sicurezza in merito al gravoso problema del rischio idrogeologico. “Sono in visita ad ‎Ostia Antica. Gli scavi potrebbero essere il petrolio, la Pompei, di Roma. E invece – spiega Marchini – non sono valorizzati in maniera adeguata. Una follia. Se vogliamo valorizzare questa zona è assolutamente necessario che i servizi di accesso siano idonei. Mi riferisco soprattutto alla Roma-Lido che si trova in uno stato insopportabile. Far rinascere Ostia è una delle grandi priorità di Roma e di conseguenza una delle nostre grandi priorità. Per questo porteremo qui cultura, benessere, posti di lavoro”. Il candidato Sindaco si è poi soffermato sulle vicende di Mafia Capitale. “I cittadini di Ostia sono stati descritti come dei mafiosi. Invece la stragrande maggioranza dei cittadini di questo territorio sono persone oneste e perbene, vittime di quei partiti che, tradendo la loro fiducia, li hanno governati. A Ostia tutto si respira tranne che un clima mafioso. Si avverte piuttosto rabbia e frustrazione. Noi vogliamo portare cultura, benessere e occupazione. È il tempo di dare a Ostia e al suo entroterra la dignità che meritano” .
In chiusura Alfio Marchini e Alessandro Onorato hanno incontrato il ministro Lorenzin presso l’Istituto del Sacro Cuore Incarnato ad Acilia, dove le sorelle dell’Istituto si occupano di bambini con problematiche familiari e donne vittime di soprusi e violenze.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here