Varchi al pontile: “Accessi alla spiaggia o trappole pericolose?”

18/3/2016 – “La situazione dei due varchi ai lati del pontile in piazza dei Ravennati, mentre siamo in prossimità della stagione balneare, è in un preoccupante stato di abbandono e di pericolosità“. Lo dice l’associazione Mare Libero. “Alla destra, confinante con lo stabilimento Elmi, il varco ad oggi è rimasto esattamente come era al momento della ri-apertura nel luglio 2014: una sorta di cunicolo largo circa 85 cm (dove la legge prescrive una larghezza di 1,60 m) e lungo circa 40/50 m. Il lato destro dello stesso è composto da rete metallica alta ca. 2 m (contrariamente a quanto disposto dal regolamento regionale che specifica un’altezza ai tre lati degli stabilimenti di max. 90 cm)  con spuntoni di ferro ed a tratti arrugginita, il tratto iniziale è completamente chiuso dal retro di file di cabine, pannelli di legno e teloni che impediscono  la visibilità e rendono il luogo pericoloso. Il camminamento è direttamente sulla sabbia impossibile al transito di passeggini, portatori di handicap e anziani, ed a tratti sotto il livello del pontile, privo di qualsivoglia segnaletica. Alla destra – prosegue Mare Libero – il varco confinante con lo stabilimento Battistini, il cui riassetto con pavimentazione e corrimano in legno è costato ai contribuenti oltre 30mila euro, sta divenendo anch’esso inagibile e pericoloso a causa del crollo di un tratto della pavimentazione in legno causato probabilmente dal peso della sabbia depositatasi e mai tolta. Visto che il Municipio – conclude l’associazione Mare Libero – piange miseria ci chiediamo se i denari pubblici, di cui 2 milioni di Euro promessi dal Campidoglio, debbano essere spesi in malo modo oppure se i cittadini abbiano il diritto di vederli utilizzati al meglio. Pertanto si invitano le autorità competenti ad intervenire affinché i varchi siano riparati e messi a norma prima dell’inizio della stagione estiva”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here