Prato Cornelio, mercato di via Bonichi sotto accusa

17/2/2016 – Tornano a rivolgersi al prefetto Vulpiani i residenti di Acilia e lo fanno tramite il presidente del comitato di quartiere Prato Cornelio, Luigi De Angelis per chiedere intervento che pongano finalmente fine ai disagi legati al mercato di via Bonichi. Nei mesi scorsi De Angelis aveva già sottolineato la necessità di attuare misure legate alla raccolta dell’immondizia. “Basterebbe – spiega il presidente del cdq e dell’associazione consortile di recupero urbano – che ogni banco al momento di andare via lo facesse prima di tutto per tempo e poi che raccogliesse autonomamente la propria immondizia. Così facendo gli uomini dell’Ama impiegherebbero pochi minuti per ripulire l’area e quindi consentire la riapertura della strada riducendo i gravi disagi alla circolazione che vi verificano proprio in questa fascia oraria. Attualmente quando i banchi vanno via, nei giorni di martedì e venerdì, troviamo il quartiere invaso dalle buste di plastica che andrebbero invece raccolte dai gestori delle bancarelle. Buste che tendo a sottolineare finiscono con l’ostruire le caditoie del quartiere con tutti gli allagamenti che ne conseguono nei giorni di pioggia. Abbiamo infine inoltre sollecitato il posizionamento di bagni chimici per evitare di assistere a scene di persone costrette ad espletare i propri bisogni tra i cespugli o dietro ad un albero”. Per questo oltre a chiedere il rispetto dei regolamenti De Angelis ha anche avanzato la proposta di spostare il mercato in un’altra area per risolvere le numerose problematiche legate alla sua presenza. “Le lagnanze – conclude De Angelis – sono molteplici, in particolare riguardano le difficoltà per accedere alla chiesa soprattutto durante le funzioni religiose, ma anche per raggiungere la farmacia e la scuola Piero della Francesca. Senza dimenticare poi i danni subiti dai marciapiedi a causa del parcheggiare dei furgoni dei commercianti”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here