Ostia sorvegliata speciale, sette arresti

22/2/2016 – Un fine settimana all’insegna dell’intenso lavoro per i carabinieri di Ostia che hanno stretto le manette a ladri di elettricità, saccheggiatori di negozi e ubriachi violenti.
L’attività dei militari ha preso il via all’Idroscalo dove i carabinieri del Nucleo Radiomobile sono intervenuti nell’abitazione di un pregiudicato, dove hanno scoperto che aveva realizzato un allaccio abusivo alla rete elettrica, per alimentare la sua abitazione. P.T., di 25 anni, è stato arrestato per furto aggravato.

Nel corso di un altro intervento, gli stessi carabinieri sono intervenuti in un ristorante cinese di Ostia, dove hanno sorpreso, in flagranza, due ladri di Ostia Nuova, già conosciuti per le loro vicende giudiziarie; si tratta di M.A. e T.E., rispettivamente di 31 e 41 anni. Durante la notte, i due, dopo aver scardinato una finestra,  si erano introdotti nel ristorante. Il titolare, che si trovava casualmente di passaggio, si è accorto della finestra forzata ed ha chiamato il 112. Quando i carabinieri sono entrati per ispezionare il locale, hanno sorpreso i ladri nascosti sotto un tavolino che non hanno potuto far altro che ammettere le loro responsabilità, per cui sono stati arrestati con l’accusa di tentato furto aggravato.

L’area della stazione di Lido Centro è stata ancora una volta scenario di una rissa tra ubriachi. Si tratta quattro marocchini di età compresa tra i 38 e  i 45 anni, tutti pregiudicati e senza fissa dimora. Nella serata di venerdì, verso le 20 circa, l’attenzione dei Carabinieri e dei militari dell’Esercito Italiano, impegnati nell’operazione “Strade Sicure”, è stata attratta dalla rissa a pochi metri dalla Stazione Lido Centro. Con non poca difficoltà, i quattro sono stati divisi e immobilizzati. La rissa era stata causata da futili motivi legati al loro totale stato di ubriachezza. Durante la zuffa è rimasta danneggiata un’Opel Zafira parcheggiata. Per i quattro sono subito scattate le manette per rissa.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here