Ostia, pescatore punta il coltello alla gola di un operaio pakistano

3/2/2016 – I Carabinieri della Stazione di Ostia hanno arrestato un cittadino egiziano di 29 anni, pescatore di professione, con l’accusa di lesioni personali aggravate. Lunedì l’uomo, a seguito di un litigio avuto qualche minuto prima con un operaio pakistano di 38 anni, nuova fiamma della donna con cui il 29enne aveva da qualche tempo interrotto la relazione, ha raggiunto il suo rivale presso l’ala occupata della colonia Vittorio Emanuele II di lungomare Paolo Toscanelli, lo ha spintonato all’esterno della struttura e gli ha puntato un coltello alla gola minacciandolo di morte. Ne è nata una violenta colluttazione durante la quale il 38enne ha rotto il naso all’egiziano riuscendo poi a disarmarlo. Le grida dei due hanno però finito con il richiamare l’attenzione di alcuni passanti che hanno immediatamente contattato i carabinieri che intervenuti sul posto hanno bloccato ed arrestato l’aggressore, grazie anche alla ricostruzione effettuata dalle persone che avevano assistito alla scena. Entrambi gli uomini sono stati accompagnati al pronto soccorso dell’ospedale Grassi di Ostia dove sono stati medicati.

 

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here