Acilia, in manette cugini “nuove leve” dello spaccio

24/2/2016 – Nell’ambito dei controlli antidroga disposti dalla Compagnia Carabinieri di Ostia a finire in manette sono stati due cugini romani, B.F. e D.M.E. rispettivamente di 19 e 29 anni. Durante un normale controllo stradale eseguito in via Eschilo, i Carabinieri della Stazione di Casalpalocco hanno intimato l’alt al diciannovenne, residente ad Acilia. Da subito, il suo nervosismo ha destato più di un sospetto, inducendo i Carabinieri ad approfondire le verifiche sul suo conto: durante la perquisizione cui è stato sottoposto, i militari hanno gli hanno scoperto addosso decine di dosi di hashish pronte per essere smerciate. Nella sua abitazione, gli uomini dell’Arma hanno trovato anche 25 grammi di semi di marijuana e tutto l’occorrente per confezionare la droga. Le indagini sviluppate da questa attività, hanno ben presto portato i militari di Ostia all’abitazione del cugino 29enne del ragazzo: qui i Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato altri 143 grammi di hashish e l’occorrente per il confezionamento delle singole dosi. I cugini, ritenuti “nuove leve” dello spaccio soprattutto tra i giovani della zona, sono stati arrestati con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here