Prato Cornelio, “Un bilancio di fine anno negativo”

1/1/2016 – Un bilancio di fine anno tutt’altro che positivo quello stilato da Luigi De Angelis, presidente del comitato di quartiere Prato Cornelio. Sono infatti pochi gli interventi realizzati dall’amministrazione nel corso degli ultimi 12 mesi. Interventi importanti per un territorio fortemente abitato ma troppo spesso dimenticato. “Il 2016 inizia esattamente con le stesse richieste fatte all’inizio del 2015. – spiega De Angelis – Parliamo della messa in sicurezza di via di Prato Cornelio, della riqualificazione delle aree verdi del territorio e dello spostamento del mercato di via Bonichi. In questi ultimi 12 mesi ma lo stesso vale anche per i mesi precedenti, anzi per gli anni precedenti, ci siamo rivolti alle amministrazioni che si sono susseguite alla guida del X Municipio ottenendo sempre tante promesse, soprattutto in concomitanza con le tornate elettorali, senza però mai avere dei veri interventi. La stessa riqualificazione di via di Prato Cornelio per la quale ci siamo battuti molti si è rivelata un vero e proprio flop. Infatti il rifacimento del manto stradale è apparso immediatamente inadeguato e realizzato in maniera tutt’altro che ad opera d’arte tant’è che nel giro di poche settimane nuove settimane si sono aperte nella strada. A questo – conclude De Angelis – va poi aggiunta la totale assenza di segnaletica verticale ed orizzontale che di fatto rappresenta un pericolo che chi percorre la strada. Non dimentichiamo poi i due attraversamenti pedonali rialzati indispensabili per evitare nuovi incidenti che però sembrano essersi persi nelle maglie di Mafia Capitale”. Ma nel corso dei mesi De Angelis si è battuto anche per la riqualificazione del verde del territorio ed in particolare per i due parchi. Il primo, quello dietro il supermercato Eurospin, abbandonato a se stesso ed in balia del degrado che lo ha trasformato nel rifugio ideale per gli sbandati del quartiere. Il secondo parco da sempre nel cuore di Luigi De Angelis è quello recintato proprio su via di Prato Cornelio. Nel corso degli anni più volte il presidente del cdq si è battuto per chiederne l’affidamento. Anche in questo caso per lungo tempo dall’amministrazione erano arrivate rassicurazioni senza che le parole si trasformassero mai in fatti. Poi l’affidamento ad un’associazione che dopo poco tempo avrebbe rinunciato al suo incarico. L’area verde era tornata nuovamente in balia di tutti. Infine lo spostamento del mercato di via Bonichi per il quale più di una volta il cdq ha chiesto la ricollocazione per ridurre tutte le problematiche legate alla circolazione stradale che nei giorni in cui si svolge il mercato rionale il quartiere si trova ad affrontare.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here