Ostia, pazienti ammassati nel pronto soccorso del Grassi e prostitute nel parcheggio

12/1/2016 – “Nei giorni scorsi abbiamo effettuato un report fotografico con il quale abbiamo testimoniato alcune gravi mancanze e inadempienze dell’ospedale Grassi di Roma”. Lo dichiara in una nota il Presidente di AssoTutela Michel Emi Maritato, candidato a sindaco di Roma.  “Il nostro tour fotografico è iniziato nel reparto di pronto soccorso, nel quale abbiamo subito ravvisato una irregolarità relativa alle porte d’ingresso, rotte e quindi un ostacolo per qualsiasi disabile. La situazione ancora più grave però è stata riscontrata all’interno del pronto soccorso, – prosegue – con pazienti ammassati senza alcuna separazione tra uomini e donne, nella più totale promiscuità. Ricordiamo che per i reparti promiscui e per le attività sanitarie scarse si ipotizza il reato di violazioni sulla normativa sanitaria di cui al D. Lgs 193/2007. La situazione non migliora all’esterno del nosocomio, con l’immondizia nelle vicinanze delle camere mortuarie, e la presenza di prostitute che adescano i clienti nella pineta, terminando poi il proprio ‘servizio’, presso il parcheggio dell’ospedale. Nonostante le nostre ripetute segnalazioni ci chiediamo come mai la vigilanza non agisca in tal senso per ripristinare il decoro all’interno del nosocomio. Pertanto chiediamo l’intervento immediato dei Nas e le dimissioni immediate del direttore sanitario, il direttore facente funzione e del direttore amministrativo. Nelle prossime ore – conclude – presenteremo una denuncia querela presso la Procura della Repubblica di Roma e presso il nucleo di igiene pubblica, fornendo loro le foto da noi scattate che ritraggono uno scenario inaccettabile per un nosocomio che avrebbe il compito di servire tutta la cittadinanza del litorale sud di Roma”.

CONDIVIDI

2 COMMENTI

  1. Circa una settimana fa mio figlio di 2,5 anni ha avuto 40 di febbre, siamo andati di corsa a PS, spaventati, potete immaginare. Una volta arrivati ci hanno messo in attesa perché. . . non avevano il termometro funzionante. Hanno risolto dopo 15 minuti. Speriamo non capiti mai più.

  2. Salve, il 12 gennaio è nato mio figlio all’Ospedale Grassi, ho passato mattina e sera in ospedale ed non ho assistito a movimenti di prostitute o masse di pazienti nel pronto soccorso, vorrei invece sottolineare la cortesia, gentilezza e professionalità del reparto di Ginecologia e Pediatria dell’Ospedale, dal Primario alle infermiere. Anche il mio primo figlio è nato lì ed ho avuto lo stesso trattamento. Grazie a tutti e….buona giornata!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here