Fiumicino, i gruppi d’opposizione: “Salviamo i siti archeologici”

8/1/2016 – “Il Comitato Promotore è riuscito a sintetizzare in maniera chiara e pragmatica la situazione drammatica che vive il nostro comune, un territorio ricco di siti archeologici privati al pubblico: il museo delle navi chiuso dal 2002, la splendida Necropoli di Porto, aperta soltanto due giorni al mese e il porto di Claudio e Traiano, una bellezza pari a quella del Colosseo, accessibile soltanto la penultima domenica del mese”. Lo dichiarano i consiglieri comunali William De Vecchis e Federica Poggio. “Da parte dell’opposizione, c’è tutta la volontà di collaborare e proponiamo un protocollo d’intesa con la Regione Lazio e gli enti interessati per assegnare la gestione delle aree ad associazioni e ProLoco, ipotesi prevista anche dall’articolo 118 della Costituzione Italiana che tratta nello specifico la Sussidiarietà e quindi della possibilità di dare in gestione i beni comuni ad associazione riconosciute per meriti. Si potrebbe, così facendo, dare la possibilità di organizzare convegni, escursioni e visite guidate che riguardino i reperti storici del Comune, per rilanciare il turismo storico e culturale, facendo conoscere ai ragazzi e a tutti i nostri concittadini – proseguono – gli importanti reperti archeologici presenti sul territorio di Fiumicino che oggi sono abbandonati inaccessibili e soprattutto lasciati nel più totale degrado. Saremo presenti alla commissione richiesta dal comitato se la maggioranza decidesse di convocarla sperando che non venga annullata come la commissione bilancio per mancanza del numero legale vista l’assenza di numerosi esponenti del governo locale”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here