Droga in cambio di sesso con i bambini. In manette un pedofilo (VIDEO)

23/1/2015 – Li aveva trasformati in tossicodipendenti per poter abusare di loro. In cambio della dose di cocaina infatti costringeva le sue vittime, ragazzini di età compresa tra i 12 e i 16 anni, ad avere rapporti sessuali con lui. A finire in manette giovedì con l’accusa di produzione di materiale pedopornografico e atti sessuali con minorenne e cessione di stupefacenti è stato G.I., 39enne originario di Palermo. L’arresto è arrivato al termine di una complessa indagine portata avanti dalla Quarta Sezione della Squadra Mobile in cui è emerso che l’uomo, pluripregiudicato, portava i minorenni in due soffitte condominiali, ubicate in una palazzina limitrofa alla propria abitazione nell’entroterra del X Municipio. La strategia dell’uomo era sempre la stessa: iniziava cedendo ai bambini lo stupefacente gratis e, una volta diventati tossicodipendenti li costringeva ad avere rapporti sessuali con lui per ricevere in cambio la cocaina e l’hashish. Pretendeva inoltre che questi venissero filmati, con la promessa di guadagni e regali come motociclette e city car. Dopo pedinamenti e complesse attività di osservazione, supportate da intercettazioni telefoniche, gli investigatori sono riusciti a individuare la “stanza delle vernici”, come era stata soprannominata dalle vittime, dove avvenivano le violenze. Si tratta di due piccoli locali chiusi da porte di ferro state forzate, all’interno del comprensorio in cui vivevano l’uomo e uno dei minori abusati. Nella stanza erano sistemati dei bidoni di tintura sui quali il 39enne preparava la droga e dove avvenivano i rapporti sessuali e le riprese video. Il personale della IV Sezione della Squadra Mobile ha quindi disposto delle microtelecamere che hanno immortalato le violenze. Alcuni dei minori coinvolti nella vicenda sono già stati ascoltati, nella giornata di giovedì, in audizione protetta, confermando quanto emerso nell’indagine, altri verranno sentiti nei prossimi giorni.

https://www.youtube.com/watch?v=wF_HLYxwYnI

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here