Casapound, sabato 6 febbraio corteo in ricordo delle foibe. Marsella: “Assurdo deviare il percorso”

30/1/2016  – Si svolgerà sabato prossimo il corteo in ricordo della tragedia delle foibe ad Ostia organizzato da CasaPound Italia in prossimità del Giorno del Ricordo ma non senza polemiche. “Il percorso del corteo – spiega Luca Marsella, responsabile di Cpi sul litorale romano – è stato accorciato e deviato dal centro cittadino senza alcuna motivazione valida. Il 10 febbraio è una giornata riconosciuta da una legge nazionale che invita le istituzioni ad organizzare eventi in ricordo della tragedia delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata e nonostante nessuna iniziativa ufficiale ad oggi è prevista dal X Municipio, si ostacola volutamente il nostro corteo. Diamo appuntamento a tutti i cittadini, le associazioni e le forze politiche che intendono partecipare alle 17 – ha continuato Marsella – in piazza Duca di Genova”. “Scenderemo in piazza per ricordare una delle più grandi tragedie italiane – ha aggiunto Carlotta Chiaraluce, portavoce di CasaPound nel X Municipio – tenuta nascosta per anni, e per rendere onore alle oltre 20.000 vittime ed ai 350.000 esiliati di Istria, Dalmazia e Friuli Venezia Giulia. La fiaccolata sarà aperta da uno striscione che reciterà ‘Foibe: io non scordo’ perché nonostante la censura storica portata avanti per anni nei vari ambiti sociali, dalle scuole alle istituzioni, è giunto il momento che la verità e le responsabilità vengano a galla. Non si può continuare ad insabbiare quella che è stata un’operazione sistematica di pulizia etnica perpetrata ai danni della popolazione italiana del Nord-Est, che ha dovuto subire rastrellamenti, deportazioni, torture e esodi di massa. Non ci saranno bandiere politiche ma – ha concluso Chiaraluce – soltanto il tricolore italiano.”

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here