Stagni, diventa realtà la Chiesa di Sant’Agostino. Al via i lavori

11/12/2015 – Era attesa da tempo e finalmente la comunità di Stagni avrà una vera chiesa. I lavori che potrebbero prendere il via già nei prossimi giorni per essere conclusi a settembre all’interno dell’Anno Giubilare della Misericordia vedranno la realizzazione di una struttura perfettamente integrata all’ambiente circostante. Costruita in legno laminato sarà un edificio, secondo il messaggio di Papa Francesco nel documento di autorizzazione all’edificazione, caratterizzato da “Semplicità e Umiltà” dal rispetto, anzi dall’esaltazione di “Natura del Creato”. Un documento firmato anche da Monsignor Paolo LoJudice e il Parroco don Salvatore Tanzillo. “Il Signore ci ha dato grandi risorse spirituali e umane – spiega don Salvatore – occorre affiancare alla Prossimità l’Ecclesialità, tutti insieme”. Le parole don Salvatore giungono da una comunità, la Parrocchia di Sant’Agostino Vescovo, che vede compiersi un percorso intrapreso da molto tempo e vede lontano. All’inizio un semplice gruppetto di cristiani si riuniva in preghiera nel “terreno delle Beatitudini” guidato dall’attuale Parroco di Stella Maris monsignor Plinio Poncina in quegli anni alla guida della Parrocchia San Tommaso all’Infernetto. Una comunità piccola che con il tempo è cresciuta e fortificata tanto da portare ad erigere Cappelletta e, successivamente, con la nomina di un Parroco, don Salvatore primo sacerdote nato ad Ostia, venne eretta una tensostruttura tutt’ora in piedi e che presto sarà sostituita da una vera chiesa.

Grande soddisfazione è stata espressa da Rinaldo Raganato, presidente Onorario dell’Ospedale Sant’Agostino di Ostia e promotore della Cappelletta in onore del Santo presso l’Ospedale G.B. Grassi nonché dell’intitolazione della città stessa. “In questi anni si è rischiato di perdere un importante lume della Cultura Cristiana, un tratto secolare della nostra profonda identità e storia locale che ci da lustro non solo qui ma a Roma in Italia e nel Mondo”.

Intanto don Salvatore, secondo le attività di nuovo Prefetto della Diocesi XXVI di Roma, in queste settimane ha dato il mandato agli Operatori della Caritas Diocesana affinché si intraprenda un’opera coordinata sul Territorio al Servizio degli ultimi alla luce degli ultimi messaggi di Papa Francesco e delle indicazioni a proposito di Cardinale Agostino Vallini vicario del Papa per Roma. Sabato alle 10 e domenica alle 18 sarà si terrà una mostra di presepi in collaborazione con la signora Antonia una missionaria “artigiana” e con l’associazione senza fini di lucro ‘Sabbia e Terra’. Questa iniziativa culturale da il via ad eventi finalizzati alla raccolta fondi per la nuova Chiesa.

 

CONDIVIDI

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here