Sicurezza, controlli dei carabinieri: 4 in manette. Scoperti allacci elettrici abusivi

7/12/2015 – Prosegue l’attività dei carabinieri della Compagnia di Ostia volta al contrasto di ogni forma di criminalità. In questo ambito l’attività dei militari si è concentrata sulla lotta allo spaccio di stupefacenti, la verifica del rispetto degli arresti domiciliari e in collaborazione con il personale dell’Acea il contrasto al fenomeno degli allacci elettrici abusivi. Ad Ostia quindi durante uno specifico servizio antidroga, i carabinieri del Nucleo Radiomobile sono intervenuti in via delle Sirene dove hanno arrestato un cittadino di nazionalità egiziana con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo era stato notato girovagare nei pressi dell’ex colonia”Vittorio Emanuele III” e, per tale motivo è stato bloccato e perquisito; nel corso dell’operazione, infatti, lo straniero è stato trovato in possesso di tre dosi di hashish pronte per essere spacciate. In seguito, nella sua abitazione, gli investigatori hanno rinvenuto e sequestrato ulteriori frammenti della stessa sostanza. Nel corso di una diversa attività investigativa condotta in via della Paranzella, i carabinieri del Nucleo Operativo hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria un pregiudicato del luogo con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale; quando i militari si sono avvicinati per il controllo, l’uomo li ha aggrediti e minacciati senza un motivo. Infine sempre ad Ostia durante i controlli notturni alle persone sottoposte agli arresti domiciliari, i carabinieri hanno poi arrestato un pregiudicato lidense con l’accusa di evasione. I militari hanno bussato alla porta del suo appartamento in viale Vasco de Gama poco dopo la mezzanotte, senza però trovarlo in casa. Dopo svariate ricerche l’evaso è stato rintracciato e arrestato. A Casalpalocco invece i militari della locale stazione hanno arrestato un pregiudicato in esecuzione di un ordine di cattura emesso dalla Corte d’Appello di Firenze. L’uomo è stato raggiunto nella sua abitazione in via Segonzano, dove stava scontando gli arresti domiciliari per reati contro il patrimonio e la persona. L’ordine di tradurre il pregiudicato in carcere è scaturito da una segnalazione fatta dai carabinieri della stessa Stazione a seguito di una rapina di cui si è reso responsabile lo scorso 31 ottobre.
A Ponte Galeria, i Carabinieri della locale Stazione, con la collaborazione di personale specializzato della società Acea, hanno controllato un ristorante ubicato nel medesimo quartiere; durante le operazioni, i militari hanno accertato che l’uomo alimentava di corrente la sua attività mediante un allaccio abusivo che aveva praticato alla rete pubblica. Inoltre, i controlli hanno permesso di accertare diversi abusi edilizi ed irregolarità al registratore di cassa, che per la specificità dei reati è stato richiesto l’intervento della Guardia di Finanza e della Polizia Locale di Roma Capitale.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here