Don Franco De Donno: “L’Idroscalo non è una pattumiera da sgomberare”

28/12/2015 – La richiesta di un incontro urgente con il prefetto Vulpiani. A scriverla è Don Franco De Donno, responsabile della Caritas di Ostia. Al centro della missiva la “questione Idroscalo” e il progetto di sgombero inserito nel piano per il X Municipio stilato proprio dalla commissione straordinaria guidata dal prefetto. “Constatata ancora una volta una mancanza di dialogo con i cittadini interessati chiediamo urgentemente – come Coordinamento territoriale Idroscalo – di essere ascoltati per mettere a conoscenza la commissione della storia e le attese di speranza di coloro che da circa 60 anni non solo vivono in questo territorio, ma hanno consolidato relazioni di “comunità”. Il Coordinamento da circa un anno sta svolgendo un dialogo costruttivo con le Istituzioni competenti attestandosi come punto di riferimento autorevole e desideroso di cooperare per ristabilire quella legalità che permetta di vivere in sicurezza e serenità! Siamo fiduciosi che il compito a Voi affidato sia quello relativo alla necessità di dare risposte ai cittadini di Ostia, ampliando la capacità di ascolto riguardo alle numerose e gravi difficoltà. L’Idroscalo – prosegue Don Franco – è un capitale di grandissimo potenziale di attenzione, non una pattumiera da sgomberare e ripulire: si tratta di considerare l’Idroscalo tutto intero e tutto insieme e accorgersi che in esso si possono fare progetti di miglioramento per giungere a un “piccolo borgo” dove i servizi e gli spazi di “comunità” rendano visibile quell’accoglienza che i cittadini esercitano già nel loro vivere quotidiano, ma che spesso non possono esprimere a causa dell’isolamento e della emarginazione di cui fino ad oggi sono fatti oggetto! Abbiamo fiducia – conclude il rappresentante del Coordinamento – che questa richiesta di incontro urgente non rimanga inascoltata, perché siamo certi che a Voi sarà di grande aiuto per conoscere nella sua viva realtà l’Idroscalo”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here