Fiumicino, incendio su una petroliera: ma è solo un’esercitazione

5/12/2015 – Nella serata di ieri, dalle 19 alle 22, nella rada del porto di Fiumicino si è svolta una esercitazione antinquinamento ed antincendio denominata “Pollex 2015”, alla quale hanno partecipato, sotto il coordinamento della sala operativa della Capitaneria di Porto di Roma – Fiumicino, uomini e motovedette della Guardia Costiera, della Polizia, un elicottero dell’Aeronautica militare, personale dell’Ares 118 e della Croce Rossa di Fiumicino, tutte le locali forze di polizia, uomini e mezzi dei servizi portuali, personale e materiali del consorzio antinquinamento Castalia, società concessionaria dei servizi antinquinamento del ministero dell’ambiente. Per l’esercitazione, voluta quanto più reale possibile ed in orario notturno, dal comandante della capitaneria di porto di Roma Fabrizio Ratto Vaquer, è stata simulata una emergenza per un inquinamento, con principio di incendio a bordo, di una cisterna ormeggiata presso il terminal off shore R2 di Fiumicino, impegnata in operazioni commerciali per lo scarico di gasolio, con conseguente sversamento di prodotto petrolifero a mare e successiva evacuazione, con elicottero, di un ferito ustionato dalla nave. Il prodotto petrolifero sversato, circa 30 metri cubi di gasolio, è stato simulato da una sostanza inerte di colore biancastro, non inquinante, denominata “lolla di riso”. Lo spandimento della macchia e la sua deriva sono stati monitorati in mare dal comandante Ratto Vaquer e in remoto, dalla sala operativa della Guardia Costiera, mediante una boa ais, che rientra nelle dotazioni del consorzio Castalia.
Nel complesso sono intervenute nell’esercitazione 2 unità navali della Guardia Costiera, una motovedetta della Polizia, un elicottero dell’Aeronautica Militare AW139, due rimorchiatori, svariati battelli dei servizi portuali e due mezzi disinquinanti della locale società EcolRoma, oltre alle postazioni mobili a terra delle forze di polizia e dell’Ares 118/Cri. L’esercitazione ha avuto come obiettivo quello di testare il coordinamento delle varie amministrazioni coinvolte da parte della Capitaneria di Porto di Roma – Guardia Costiera, valutare il livello di addestramento del personale impiegato a terra e sui mezzi aeronavali partecipanti e verificare l’efficacia e la bontà dei piani locali antinquinamento ed antincendio. L’attività addestrativa si è conclusa con esito positivo e con piena soddisfazione del comandante Ratto Vaquer, del suo equipaggio, in particolare dell’ufficiale operativo e project officer Santini, e degli altri comandi/enti interessati in considerazione anche del fatto che l’esercitazione è stata effettuata in orario notturno.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here