Acilia, brandisce un coltello e si scaglia contro i vigili, arrestato

14/12/2015 – Intervenuti per eseguire uno sfratto finiscono con l’essere minacciati con un coltello. E’ accaduto ieri mattina ad Acilia. Poco dopo le 9,30 gli agenti della polizia locale del X Gruppo sono intervenuti al civico 70 di via Serafino Da Gorizia nel CAAT, il centro di assistenza alloggiativa temporanea del Comune di Roma, per effettuare lo sgombero di persone che si trovavano nel residence senza diritto all’assistenza alloggiativa.
Sul posto anche i vigili della Task Force della Polizia Locale presso il Dipartimento delle Politiche Abitative: durante le fasi di sgombero, un uomo di 38 anni, figlio dell’intestataria dell’alloggio, nonostante avesse fino a quel momento fosse rimasto tranquillo senza ostacolare il lavoro degli agenti e senza rivelare evidenti segni di nervosismo ed insofferenza, ha aperto improvvisamente un cassetto estraendo un coltello con una lama di circa 20 centimetri. Brandendo l’arma l’uomo si è scagliato contro gli agenti agli ordini del comandante Antonio Di Maggio che in quel momento erano impegnati nell’operazione, urlando minacce e cercando di colpire il più vicino. Una reazione inaspettata che non ha però colto alla sprovvista gli agenti di via Capo delle Armi che hanno prontamente immobilizzato e disarmato, l’uomo è stato arrestato e condotto in centrale, ove è stato messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here