Teatro Don Mario Torregrossa, omaggio a Gioacchino Belli

19/11/2015 – “Uno dice Gioachino Belli e rivede la Roma autunnale delle fontane e dei pini di Respighi con la musica sonora, che è una distesa di balconi e di alberi con le foglie dei platani sul lungotevere che battono le mani, la Roma dei pretini e dei marinai che sciamano per San Pietro e Castel Sant’Angelo, la stola e il solino, la croce e il cannone, l’incenso e l’odore di polvere da sparo, i topi e i gabbiani, la spada e la sete , le metamorfosi assurde, la nostalgia del mistero, le donne inginocchiate e i mattini che precipitano dentro di te, la Roma di quelle giornate meravigliose, di quelle giornate così splendidamente romane che perfino uno statale di infimo grado, be’, puro quello se sente arricciasse ar core un nun socchè , un quarche cosa che rissomija a la felicità..”.  Ecco questo è uno dei brani più significativi per celebrare il più grande poeta romano, anzi l’ideatore stesso della lingua romanesca. Ma chi era veramente Giuseppe Gioachino Belli , metà comico e metà tragico, pieno di livore, rancore e parolacce a go go , che sferza tutto e tutti con la frusta della sua satira feroce, di cui si parlerà in modo originale e senza fronzoli (c’è anche un Belli anche campione del mondo di accumulo di pensioni) durante il recital dell’Associazione Gruppo Recital 2010, scritto e diretto da Augusto Benemeglio che verrà dato sabato, 28 novembre 2015, alle 17. presso il teatro Don Mario Torregrossa, grazie alla disponibilità del Centro di Formazione Giovanile Madonna di Loreto Casa della Pace. E’ un invito rivolto a tutti per venire a conoscere com’era effettivamente il grande poeta, con tutti i suoi pregi e difetti, ascoltando le sue straordinarie poesie in dialetto romanesco.
A rendere ancora più interessante e imperdibile l’evento conferendogli una serata di “romanità”, ci sarà la Band “Gli Orsi Grigi”, che eseguirà le più famose canzoni romane, da “Barcarolo Romano” a “Tanto pe’ cantà”, da “Roma Capoccia” a “Vecchia Roma”, da “Semo gente de borgata” a “Roma nun fa la stupida”.
Partecipano: Piero Girardi, Valeria Vezzil, Fabio Pizzardi, Pino Macovech, Liliana De Franceschi , Giuseppe Rasi, Rosy Bosello.

Scenografia: Raffaele Greco
Scelte musicali: Emanuela Bianchi
Tecnici: Claudio Altigieri, Alessio Tripiciano, Augusto Piratoni
Ingresso gratuito.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here