Ostia si stringe attorno alla famiglia di Carmen Gattullo

24/11/2015 – Una morte assurda come può esserla quella di una 15enne travolta mentre andava a scuola. Una morte, quella di Carmen Gattullo, che ha sconvolto Ostia che ormai da lunedì continua a omaggiare la ragazza che ha perso la sua battaglia per la vita dopo due settimane di coma in un letto del San Camillo. Sono tanti gli amici che non solo su Facebook stanno lasciando un loro messaggio per la studentessa dell’Anco Marzio. Anche su Instagram, social di immagini, in molti hanno voluto ricordare l’adolescente. Come chi ha scoperto del decesso dell’amica dal web. “Vedo dei post “Riposa in pace piccolo angelo”. – scrive una sua amica d’infanzia – Non ci volevo credere, ma quando ho avuto la conferma mi è crollato il mondo addosso. Tutto ciò mi ha letteralmente spiazzata. Ma insieme a Baia Domizia quante ne abbiamo passate? Siamo cresciute insieme. Tutto ciò non lo dimenticherò mai Carmen, te lo prometto. Non è possibile, non voglio credere che te ne sei andata. La cosa che mi dispiace di più in questo momento è che non ti ho salutato per l’ultima volta, un ultimo abbraccio.. Ti voglio bene”. Mentre il web si stringe intorno papà Carlo, mamma Stefania e la sorellina, loro hanno scelto di chiudersi nel più stretto riserbo per vivere un dolore che non può che essere immenso solo con gli affetti più cari. Come quelle persone che conoscevano la 15enne da vicino e vivevano le giornate di quella ragazza bella fuori e dentro. Una ragazza appassionata di musica e che amava passeggiare con la sua bicicletta sul lungomare e il pontile. Una ragazza di cui a causa di una donna che si è messa al volante dopo aver assunto cocaina e alcool travolgendola mentre stava andando a scuola non restano che ricordi e fotografie a testimonianza di un futuro spezzato troppo presto. Sarà la legge ora a cercare di fare giustizia. Dopo il decesso di Carmen la posizione della 35enne si è ulteriormente aggravata e per lei potrebbe quasi sicuramente scattare l’accusa di omicidio colposo. Tutto se il pm non stabilirà che l’assunzione di droga e alcool possa far optare della ben più grave accusa di omicidio preterintenzionale. Nel frattempo in molti si riuniranno per dare l’ultimo saluto a Carmen nel funerale che si terrà nei prossimi giorni non appena l’ospedale autorizzerà le esequie.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here