Dragona, sopralluogo di Forza Italia nel parco Vittime del Femminicidio

13/11/2015 – A Dragona, il parco Donne Vittime del Femminicidio, all’angolo tra via Carlo Casini e via dei Romagnoli, è un’area pulita e ben attrezzata. Eppure, da fine Agosto, il parco giochi è inaccessibile. Tutto per colpa di alcuni pini secchi e a rischio di caduta che rendono pericoloso lo spazio centrale. Oggi il coordinatore romano di Forza Italia Davide Bordoni e quello del X Municipio Maria Cristina Masi, hanno incontrato alcuni residenti e effettuato con loro dei sopralluoghi. “Per la riapertura del parco giochi – ha promesso Bordoni – ho chiesto al Municipio i tempi per la messa in sicurezza delle alberature. E’ davvero un peccato che un giardino attrezzato come quello rimanga inaccessibile, specie se il problema potrebbe essere di semplice soluzione”.
Non solo, alcuni residenti, nei giorni scorsi, hanno lamentato i ritardi per la realizzazione della stazione Acilia Sud – Dragona della Roma Lido. Questa nascerà a Acilia, in un’area compresa tra via Ostiense e via Bepi Romagnoli; sarà poi un sovrappasso sulla via del Mare a collegarla al quartiere di Dragona. L’accesso al sovrappasso sarà proprio dal parco Donne Vittime del Femminicidio, dove oggi c’è uno spazio recintato con erba incolta. “Il progetto prevedeva 600 giorni di lavori – spiega Bordoni – ma sembrano esserci dei ritardi consistenti. Credo che i cittadini abbiano il diritto di sapere quando la stazione verrà aperta. Per questo chiederò al gruppo regionale di Forza Italia di presentare un’interrogazione all’assessore competente della Regione Lazio per conoscere i tempi di consegna. Si tratta di un’opera attesa ormai da diversi anni dai cittadini dell’entroterra del X Municipio”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here