Ostia, Casapound: “Pronti al blitz nella pineta delle Acque Rosse”

15/10/2015 – “Quello che è accaduto ieri conferma quello che noi diciamo da tempo: i rom che organizzano i mercatini abusivi, che rovistano nell’immondizia e che compiono furti negli appartamenti vivono nelle baraccopoli della pineta delle Acque Rosse. A questo punto non capisco cosa si sta aspettando a sgomberare l’area”. Lo ha dichiarato in una nota Luca Marsella, responsabile di CasaPound Italia sul litorale romano dopo che ieri in un intervento dei vigili urbani per smantellare i mercatini non autorizzati in via delle Sirene ad Ostia, due rom sono fuggiti e ritrovati poi nella pineta. “Finalmente – ha continuato Marsella – dopo che per mesi abbiamo occupato la strada e impedito l’attività dei rom insieme ai residenti, questa situazione di degrado sembra risolta e gli interventi sono costanti. Pur considerando questa una grande vittoria nostra e di chi è sceso in piazza ogni mercoledì mattina, ora è necessario intervenire alle Acque Rosse. Proseguiremo la raccolta firme iniziata la scorsa settimana e siamo pronti ad un blitz con i residenti all’interno della pineta che avrà il fine di documentare l’incredibile stato di degrado e la baraccopoli – ha concluso Marsella – abitata da centinaia di rom e stranieri senza fissa dimora”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here