Ostia, veleno per i gatti della colonia felina. Uccisa una mamma gatta

25/9/2015 – L’allarme è stato dato da Susanna Pani, presidente di “Gatti Uniti”: “Una mamma gatta è stata uccisa con del veleno per topi mentre i suoi cuccioli sono spariti nel nulla. Dobbiamo fare qualcosa”. L’episodio è avvenuto mercoledì nella colonia felina di via Ferdinando d’Aragona. “Solo pochi mesi fa – spiegano da La Ciurma – la presidente Pani aveva denunciato l’aggressione verbale e fisica di una operatrice, sotto gli occhi di cittadini e passanti, rea soltanto di prendersi cura dei gattini abbandonati e per fortuna riuniti in Colonie, legalmente riconosciute, e gestite da premurose volontarie che si prendono cura di questi esseri viventi più fragili. L’appello della presidente di “Gatti Uniti” viene indirizzato innanzitutto alle Istituzioni Locali anche se l’assenza di un’Amministrazione Locale complica di molto le cose. La mancanza di Consulte Cittadine, – proseguono da La Ciurma – soprattutto quella operosissima di Animali e Ambiente, rende cieco e sordo il Territorio e spesso si lascia campo libero a incivili e violenti”.
“Già in questi giorni – conclude Susanna Pani – firmerò la denuncia alla Procura della Repubblica”. “La Presidente di Gatti Uniti invita inoltre ad aumentare la sensibilizzazione sul Territorio, verso le Famiglie, i bambini, le Scuole perché al contrasto e alla repressione di questi atti vili – concludono da La Ciurma – c’è bisogno di integrare percorsi educativi e formativi. In tal senso si rende disponibile all’incontro presso il Centro Socio Pedagogico La Ciurma (Scuola C.Segurana, Via Giovan Battista Bottero 2, Ostia Lido) dove ha sede lo Sportello di Ascolto Animali/Ambiente tutti i Giovedì dalle 17 alle 19. Mentre la rete cittadina si organizza chiamando in causa la Procura della Repubblica la più alta Istituzione in merito, cresce l’esigenza di un maggiore forte raccordo con l’sl. Nel frattempo c’è chi si sta attivando addirittura pensando ad un monitoraggio sulle Colonie Feline Locali e c’è chi non scarta l’installazione di videocamere dagli stessi palazzi dirimpettai. Gli inquirenti sarebbero comunque già sulle tracce degli assassini e promettono che sarà data la caccia a quelli che molti definiscono come ‘le bestie vere’.”

CONDIVIDI

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here