Ostia e Fregene, festini a luci rosse con gli animali, la denuncia dell’Aidaa

29/9/2015 – Due mesi di lavoro e contatti in incognito all’interno di alcune chat “riservate” dove si discute di sesso con animali. Un lungo lavoro minuzioso che ha consentito all’Aidaa, l’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente di scoprire una quindicina di ville situate in diverse città italiane dove si danno appuntamento i praticanti della zoorestia. La maggiore concentrazione a Roma con segnalazioni giunte da Ostia, Fregene, Prati, Anagnina, e via della Conciliazione. Vittime cani, cavalli e asini coinvolti nei festini a luci rosse. Tutto parte da siti porno tradizionali dove i feticisti del sesso con animali si incontrano e parlano della loro “passione” quindi si passa alla definizione dei dettagli e quindi all’appuntamento in abitazioni private. “Diciamo subito – spiegano dall’associazione animalista – che non ci sono di mezzo bambini ne che si parla di prostituzione ma eventualmente solo di maltrattamento di animali. Stiamo pensando a fare una serie di esposti alle diverse Procure della Repubblica per il resto di maltrattamento – spiega Lorenzo Croce, presidente nazionale di Aidaa – ma quello che emerge è che dietro ai siti pornografici che propongono filmati a pagamento con sesso con animali si nascondono dei gruppi organizzati che si incontrano per orge con animali e stiamo parlando di oltre 100 persone sparse in tutta Italia”.
Secondo quanto ricostruito dall’Aidaa gli episodi avvenuti nella Capitale vedono coinvolti solamente cani in particolar dobermann, labrador e una bassotta addestrati dai loro padroni a fare sesso. Le persone coinvolte a Roma sarebbero 45, con orge svolte mediamente ogni due settimane. Intanto Aidaa ribadisce: “La zoorestia deve essere considerata da subito un reato, come da anni noi chiediamo non solo al Governo italiano ma anche all’Unione europea”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here