Ostia, ancora un intervento contro i mercatini rom

9/9/2012 – “Anche stamattina abbiamo bloccato i mercatini rom abusivi in via delle Sirene come facciamo quasi tutti i mercoledì da mesi. E’ diventata ormai una prassi e pur avendo fortemente scoraggiato il fenomeno, continueremo anche nelle prossime settimane. Finalmente pochi giorni fa l’intervento delle istituzioni in via Oletta, dove avevamo manifestato con i residenti solo venerdì scorso, con il fermo per due rom che vendevano materiale probabilmente rubato ed il sequestro di centinaia di articoli recuperati nell’immondizia. I residenti ci hanno riferito anche di un maggiore controllo in via delle Sirene, segno che la nostra azione abbia smosso qualcosa, ma non possiamo tirarci indietro perché la situazione di degrado tornerebbe esattamente la stessa in pochissimo tempo. Continueremo quindi con costanza la nostra attività insieme ai cittadini che ci stanno sostenendo”. Lo ha dichiarato in una nota Luca Marsella di CasaPound Italia.

CONDIVIDI

2 COMMENTI

  1. Quando vi faceva comodo fare affari con gli spada però li facevate. Il vostro candidato alle regionali è finito ai domiciliari per collusioni col clan spada/casamonica. Certo con chi vi foraggia non ve la prendete. Meglio puntare il dito verso quattro morti di fame che fanno un mercatino di chincaglierie raccattate nei secchioni. Certo sono loro il problema di ostia, sono loro il degrado. Sui vostri padroni: papagni, spada, balini & co. neanche una parola. Fascisti siete e non è con queste messe in scena che cambierete il vostro dna e la vostra attitudine a servire i potenti, sempre e comunque.

  2. Casapound quelli di Ferdinando Colloca, detto Mr. ferdy the Guru, fratello del consigliere municipale Salvatore Colloca, già Pdl poi passato all’Udc? Quel Ferdy socio di Armando Spada nell’appalto dei parcheggi sul litorale di Ponente e di uno stabilimento balneare che, nel giro di 5 giorni viene tolto ai vecchi gestori e assegnato alla nuova società?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here