Castelporziano, il presidente Mattarella alla festa conclusiva del centro estivo

11/9/2015 – Alla presenza del Presidente Sergio Mattarella si è svolta, nella Tenuta di Castelporziano, la festa conclusiva del centro estivo istituito, per iniziativa del Quirinale, in favore di adulti e minori disabili. Il progetto, realizzato d’intesa tra il Segretariato Generale della Presidenza della Repubblica, il Comune di Roma e la Regione Lazio, ha coinvolto strutture e associazioni del Comune di Roma e limitrofi. Circa 500 disabili sono stati ospitati da metà giugno a fine agosto nelle strutture balneari e nel parco della Tenuta, all’interno del quale hanno effettuato visite naturalistiche. La manifestazione, alla quale hanno partecipato più di 1000 persone tra disabili e accompagnatori, ha visto le esibizioni dei giocolieri e clown dell’Associazione “Magicaburla onlus”, della band “Ladri di carrozzelle”, della Fanfara dei Carabinieri a cavallo e del Nucleo cinofili dei Carabinieri. Il Presidente Mattarella ha rivolto un saluto. Ha condotto la manifestazione Elsa Di Gati.
Alla realizzazione dell’evento della Presidenza della Repubblica hanno contribuito, oltre all’Arma dei Carabinieri, la Polizia di Stato, il 6° Reggimento Genio Pionieri del Comando Forze Terrestri dell’Esercito, il Dipartimento della Protezione civile, il Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, la Rai, l’Agenzia regionale per lo sviluppo e l’innovazione dell’Agricoltura (ARSIAL), l’Azienda Romana Mercati della Camera di Commercio (ARM), il Gruppo di Solidarietà dei dipendenti della Camera dei Deputati e il Circolo dipendenti del Quirinale.

L’INTERVENTO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Un saluto molto cordiale a tutti.
Questa è una bella festa realizzata con il contributo di tanti – la Rai, la Regione, l’Arma dei Carabinieri, il Comune, la Protezione Civile, i Vigili del Fuoco – e non deve essere appesantita da troppe parole.
Rivolgo un benvenuto a tutti, un benvenuto intenso, qui a Castelporziano che ormai tanti di voi conoscono per aver frequentato la Tenuta quest’estate. Poc’anzi nel filmato una delle nostre ospiti, Giordana, mi ha ringraziato. Le rispondo che sono io che ringrazio voi per aver portato qui, in questa riserva naturale affidata alle cure della Presidenza della Repubblica, calore, allegria, gioia e una condizione di vita che l’ha resa più preziosa.
Quando abbiamo pensato ad aprire Castelporziano quest’estate – l’anno prossimo lo rifaremo, spero anche meglio – abbiamo avuto qualche preoccupazione : chissà se saremo capaci, se riusciremo a superare i problemi organizzativi, a superare e ad abbattere le barriere architettoniche, a superare le difficoltà che possono presentarsi…. Non è stato difficile. L’ abbiamo fatto con un po’ di impegno, l’ abbiamo fatto grazie all’impegno del personale della Presidenza della Repubblica, del personale di Castelporziano che ringrazio molto per la disponibilità e generosità con cui si è impegnato in questa occasione. Non è stato difficile, ha richiesto lavoro, ha richiesto una particolare attenzione, ma in fondo è costato soltanto qualche piccolo sforzo, e questo mi fa riflettere : non è così difficile, in realtà, abbattere le barriere architettoniche, demolire gli ostacoli che si frappongono, che impediscono la fruizione di ogni cosa per tutti, non è così difficile, si può fare.
Forse le barriere più difficili da abbattere sono quelle della nostra mentalità, della mentalità di tante persone. Queste barriere sono l’inerzia, la pigrizia nel non volersi fare carico, nel non volere affrontare problemi e non volersi decidere ad aprire, ad accogliere.
Credo e spero che quest’esperienza fatta a Castelporziano, che ripeteremo negli anni futuri, possa rappresentare un’indicazione per tutti, perché ci si impegni un po’ di più, perché si realizzi quello che qui è stato possibile fare in poco tempo e con poca fatica : rendere cioè a tutti possibile un po’ di allegria. L’allegria è una condizione che va assicurata a tutti, che va perlomeno consentita a ciascuno. Qui oggi ce n’è tanta e io per questo rinnovo il benvenuto e vi dico grazie, grazie davvero a tutti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here