RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – L’Unione Comitati di Ostia sollecita l’arrivo di risultati concreti sul territorio

3/8/2015 – L’Unione Comitati, in rappresentanza dei numerosi cittadini aderenti che provengono da tutto il territorio del X Municipio, hanno prodotto in quest’ultimo anno svariati documenti, idee e progetti con la caratteristica, per alcuni di essi, di poter essere realizzati molto velocemente, ma finora non ne hanno visto avviato quasi nessuno e questo è accaduto nonostante che la nostra Associazione abbia continuato ad inviare “segnalazioni di abusi e distorsioni”. Diciamo questo con animo sereno e non rivendicativo, riconoscendo anche una nuova mobilitazione del Comune di Roma che però finora non ci ha proprio soddisfatti, vedi ad esempio la questione dei varchi che sono oggetto di continui abusi (tutti segnalati) che stanno deludendo quelle aspettative di rinnovamento che si sono accese dopo il giusto riconoscimento delle Istituzioni dell’abisso in cui a Ostia eravamo sprofondati. E questo si sta manifestando, soprattutto, nell’entroterra che da tempo attende quegli interventi amministrativi, prima che tecnici, che possono migliorare la vita quotidiana di tutti i giorni e, ogni giorno che passa, non si capiscono più le ragioni per cui non vengono risolte, mortificando sul nascere quelle sacrosante aspirazioni di cambiamento che le Istituzioni romane hanno contribuito ad attivare sin da inizio d’anno, vedi ad esempio: le questioni sul rischio idrogeologico e quelle connesse al nuovo Piano di Gestione della Riserva del Litorale Romano, per il quale (rammentiamo) la Regione Lazio ha nominato un Commissario ad Acta proprio per concluderlo entro il 2015, individuando così un Piano di sviluppo per ben 8.000 ettari sui 15.000 del nostro Municipio, di cui ben pochi, finora, ne sono a conoscenza. Non possiamo infine dimenticare, la situazione disastrosa in cui è precipitato il nostro trasporto pubblico sia interno a Ostia sia ben più pesantemente con Roma, venendo inferto un altro duro colpo in un momento in cui proprio non se ne sentiva il bisogno e che speriamo sia recuperato al più presto, per poter offrire ai nostri cittadini uno dei pochi servizi di collegamento esistenti con la città. Comprendiamo benissimo da ostiensi e da romani che in breve tempo non si può fare molto, ma di giornate ormai ne sono passare più di 200 dall’inizio dell’anno, e il piatto di quei risultati, piccoli, ma significativi che abbiamo più volte chiesto ed indicato, in uno spirito di civile collaborazione, appare desolatamente vuoto e, non lo vogliamo nascondere, perché ormai incomincia a provocare, fra noi, una certa delusione che sta diventando ogni giorno più grande e concreta.

Il Gruppo di Coordinamento dell’Unione Comitati

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here