PAROLA AL LETTORE – Vivere a Saline

4/8/2015 – Come recita un detto popolare “Quando a grilli e quando a tordi” anche se la consuetudine propende per il nulla! Il nostro quartiere, Saline, vive costantemente situazioni di abbandono e di incuria istituzionale. Più’ volte le nostre strade sono rimaste per settimane al buio, in particolare nei mesi invernali, dove invece, come nel caso di via Antonio Taramelli, in questi giorni, i lampioni sono accesi sia di giorno che notte con grande dispendio economico e di energia. Infatti questa situazione va ormai avanti da parecchi giorni, senza che si siano presi provvedimenti, da parte di ACEA, nonostante le sollecite comunicazioni in merito. Le situazioni di disagio sono ogni giorno sempre più palpabili, in queste giornate di caldo torrido, asfissianti e decisamente non salubri, i residenti sono in continua all’erta per il proliferare di scarafaggi e piccoli ratti di campagna, che in particolare la notte invadono strade e tombini, tutto questo per la latitante opera di disinfestazione pubblica, che viene invece fatta autonomamente dai cittadini a proprie spese. Si parla sempre più spesso del ritorno dello “spazzino” di quartiere, cosa improbabile a Saline, dove da anni non si è mai vista la presenza di mezzi Ama per la pulizia e disinfestazione di strade, marciapiedi e tombini, dove nelle calde notti che stiamo vivendo i tombini emettono esalazioni putride e non respirabili. Forse, per la nostra incapacità, menefreghismo, riluttanza alla protesta, forse, è quello che ci meritiamo.

Gaetano Di Staso
Associazione “Salviamo Ostia Antica”

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here