Ostia, sotto la lente dei controlli discoteche e ristoranti. Sequestrati 200 kg di merce

31/8/2015 – Sono proseguiti la notte tra sabato e domenica i servizi dedicati nelle zone di Ostia interessate dalla movida notturna in collaborazione tra la Polizia di Stato, l’Arma dei Carabinieri, la Guardia di Finanza e la Polizia Locale “Roma Capitale”. Nonostante un netto calo di presenze di giovani dediti alla vita notturna i controlli sono proseguiti a pieno ritmo con 74 persone identificate e 54 autovetture controllate con una infrazione al Codice della Strada sanzionata.
Unitamente a Funzionari della ASL RM D è stato inoltre controllato un ristorante in una via centrale di Ostia riscontrando una serie di violazioni inerenti le norme igienico sanitarie che hanno condotto alla immediata chiusura dello stesso e la conseguente denuncia penale a carico dell’amministratore della società di gestione del ristorante di anni 24, cittadina italiana.
In particolare sono state contestate le seguenti violazioni.
·       Art. 37 DLGS 81/08 mancata formazione personale, sanzionato;
·       Art. 17/1 DLGS 81/08 mancanza documento della valutazione dei rischi, sanzionato;
·       Art. 64/1 DLGS 81/08 luoghi di lavoro non idonei sanzionato;
·       Art. 80/03 DLGS 81/08 inidoneità impianti elettrici  sanzionato;
·       Art. 163 DLGS 81/08 mancata segnaletica di sicurezza sanzionato;
·       Art. 6/3 DLGS 193/2007 mancanza DIA sanzionato;
·       Art. 6/5 DLGS 193/2007 condizioni strutturali non adeguate sanzionato;
·       Art. 6/8 DLGS 193/2007 mancato piano di autocontrollo.

Per le violazioni riscontrate e per le precarie condizioni igienico sanitarie l’attività veniva sospesa e sequestrati circa 200 Kg di merce, sigillata e posta all’interno delle celle frigorifere.
Inoltre, sono state controllate due discoteche della zona di levante che sono risultate ancora in attività oltre l’orario consentito e pertanto sono state sanzionate per:
A. Art. 681 del codice penale in relazione all’art. 80 del T.U.L.P.S. (Testo Unico Leggi Pubblica Sicurezza) per mancato rispetto prescrizioni orario chiusura, mancanza estintori e uscite di sicurezza non conformi. Denunciato in stato di libertà il gestore di anni 54, cittadino italiano;
B. Art. 681 del codice penale in relazione all’art. 80 del T.U.L.P.S. (Testo Unico Leggi Pubblica Sicurezza) per mancato rispetto prescrizioni orario chiusura, mancanza estintori e Art. 6/3 D.L. 1172007 per somministrazioni alcoliche successive alle ore 03.00 , sanzionato. Denunciato in stato di libertà il gestore di anni 45, cittadino italiano.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here