VOLLEY – Alessia Sgherza approda all’Ostia Volley Club

28/7/2015 – Seconda acquisizione dell’Ostia Volley Club, arriva direttamente da Jesolo Venezia Alessia Sgherza, un’altra ’97, nativa di Massa, viene convocata giovanissima in nazionale e gioca nel club Italia nelle stagioni 2011/2012 e 2012/2013 in serie B/1 al Centro Pavesi, inizia da centrale e sotto le sapienti mani degli allenatori azzurri inizia il percorso a banda, nella stagione successiva gioca in serie B/2 nell’Anderlini Modena e con la squadra emiliana conquista il quinto posto alle finali nazionali under 18 di Acropoli di Salerno. Nel 2014/2015 gioca nelle fila dell’Union Volley Jesolo, serie B/1 e finali nazionali di Crotone, sempre in un progetto giovanile. “Vengo ad Ostia con molte motivazioni, ho sentito parlare molto bene della società romana, ho sposato da subito il progetto giovanile, società che fanno giocare noi giovani in prima squadra non ce ne sono tante, ed io anche se ho avuto la fortuna di far parte del percorso del Club Italia penso che c’è sempre da imparare, – ha detto Alessia Sgherza –  mi metterò a disposizione in toto agli allenatori, voglio ripagare la loro fiducia in me in modo completo, e poi c’è il mare mio grande amore, e poi sono nella città eterna, mi ritengo una persona fortunata e non voglio deludere nessuno, non vedo l’ora di cominciare la preparazione, e conoscere le mie prossime compagne di avventura anche qualcuna di loro già ci ho giocato insieme in nazionale giovanile”.

“Sono orgoglioso dell’impianto di squadra che stiamo mettendo in piedi, – il presidente Piero Colantonio – stiamo cercando di fare una Under 21 all’altezza della situazione, il secondo tassello, Alessia, la abbiamo notata a Crotone alle finali nazionali dove abbiamo partecipato anche noi, mi rimase impressa quando l’ultimo giorno delle qualificazioni perse con la sua squadra per 3 a 2 e non passarono il turno, Alessia era avvilita dal risultato, la notai perché eravamo vicini di tavolo al ristorante, e pensai che avere in squadra una giocatrice del genere così attaccata al proprio team rende la dirigenza motivata, e il caso ha voluto che due mesi dopo le nostre strade si incrociavano, benvenuta Alessia!”

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here