Villaggio Africa, dimenticato il Fosso della Madonnetta

10/7/2015 – “Continua l’omertà istituzionale su Villaggio Africa”. A denunciarlo è Marco Salvi presidente dell’associazione Villaggio Africa. “Il 5 giugno  è stato pubblicato sul sito del Comune di Roma il “Capitolato Speciale Appalto per Lavori di manutenzione ordinaria delle canalizzazioni acque piovane, manufatti fognari, impianti sollevamento, fossi, cunette e pozzetti assorbenti ricadenti nel territorio del Municipio Roma X ma – spiega Salvi – c’è qualcosa che non va. Con una certa sorpresa ho dovuto constatare che nell’Allegato 1 di tale capitolato, l’elenco delle infrastrutture ricadenti nella manutenzione per il triennio 2015-2017, mancava il cosiddetto “Fosso Madonnetta” il cui tratto intubato, come già accertato dagli stessi tecnici del Municipio, è la causa principale degli allagamenti nel comprensorio di Villaggio Africa e la cui efficienza potrebbe mitigare anche il rischio allagamenti in parte delle abitazioni di Villaggio S. Francesco. Tra l’altro, la griglia del Fosso Madonnetta, situata a monte del tratto intubato, è nell’elenco dei punti critici redatto dalla Protezione Civile che, in caso di allerta meteo, dispone un presidio con mezzi meccanici per cercare di limitare i danni. Dal novembre 2002 – continua il Presidente dell’Associazione Villaggio Africa – nonostante tutte le note e le denunce inoltrate agli enti competenti, non è stata messa in atto alcuna opera per ridurre il rischio allagamenti della zona: gli amministratori hanno ritenuto più conveniente spendere soldi per l’emergenza che per la manutenzione. Il 10 giugno ho notificato l’omissione agli uffici responsabili, con tanto di riferimenti documentali in modo da non fornire spazio alla abusata pratica di “perdersi” alla ricerca delle competenze. La notifica, nella forma di diffida ad adempiere, poneva come termine 30 giorni per porre in atto ogni operazione necessaria per l’inserimento del tratto intubato del Fosso Madonnetta tra le infrastrutture su cui effettuare regolari lavori di manutenzione. Nessuna formale risposta – prosegue – mi è arrivata dai tecnici e funzionari, mentre è stata inviata una comunicazione alla Segreteria del Sindaco in cui si tende a minimizzare, cercando di confondere un fosso con un altro; neanche una comunicazione per dire “stiamo verificando” o illustrare il proprio punto di vista e dire “forse stai sbagliando, su quel Fosso non ci risulta che dobbiamo fare manutenzione” o, ma questo è forse chiedere troppo, per esporre il lavoro in itinere al cittadino danneggiato da decenni di abusi degli “amici”, clientelismo, corruzione. Niente. Solo omertà istituzionale. Esattamente come per la Determinazione Dirigenziale che imporrebbe il ripristino dello stato dei luoghi sulla discarica abusiva nel terreno di proprietà comunale di Villaggio Africa. La prossima settimana – conclude Marco Salvi – inoltrerò formale denuncia alla Procura affinché gli organi inquirenti prendano atto che nel X Municipio, anche dopo il cambio di amministratori e tecnici, sostanzialmente nulla è cambiato in attesa della prossima emergenza, a parte i titolari dei cassetti in cui sono conservati i fascicoli “scomodi”.”

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here