Una petizione per il rilancio degli scavi di Ostia Antica

27/7/2015 – “Ostia riabbraccia i suoi scavi”. E’ il titolo della petizione per il rilancio degli scavi di Ostia Antica indetta dal Comitato Promotore Sistema Archeologico integrato Fiumicino Ostia. Una raccolta firme che in appena tre giorno dalla sua pubblicazione sul sito Change.org sta già riscuotendo una grande adesione. “In tutto il mondo, cultura e turismo si legano. Anche qui da noi, sul Litorale Romano, potrebbero creare nuovi posti di lavoro.  Se immaginiamo un grande sistema archeologico integrato fra Ostia Antica e i Porti Imperiali con la Necropoli di Porto a Fiumicino, non solo ritroveremo le nostre radici ma – scrivono nella petizione rivolta al Sindaco di Roma Ignazio Marino – risolleveremo questo pezzo di Area Metropolitana Romana. Oggi però gli scavi di Ostia Antica sono completamente staccati dal tessuto urbano che li circonda. Più di 300.000 visitatori all’anno non lasciano un centesimo alla economia locale. Non è possibile. Cominciamo con alcune piccole proposte per rendere più accogliente e funzionale ciò che circonda l’area archeologica di Ostia Antica e per facilitare la fruizione ai cittadini, ai pellegrini del Giubileo e agli operatori turistici delle nostre zone dei resti di una delle più grandi città dell’Impero Romano  I sottoscritti cittadini chiedono al Sindaco del Comune di Roma Ignazio Marino di adeguare e rendere accessibile il cavalcavia della stazione di Ostia Antica alle persone con disabilità e alle biciclette, adeguare la viabilità sia tra i diversi siti archeologici che con le altre risorse storico-naturalistiche del territorio, in accordo con il Comune di Fiumicino progettare e costruire una pista ciclabile che colleghi Ostia Antica ai siti di Fiumicino e installare segnaletica adeguata a tutte le fermate del trenino di Ostia con le informazioni per l’accesso agli scavi ed ai siti archeologici del territorio. Le stazioni di Piramide, di Ostia Antica e di Lido Centro – prosegue la petizione – siano dotate di Info Point per le aree archeologiche e turistiche deI territorio. Si provveda alla sistemazione e manutenzione ordinaria delle aree verdi”. Nella lettera indirizzata la primo cittadino si chiede anche che venga istituito “un biglietto di ingresso integrato per tutti i siti archeologici del territorio e di istituire con le strutture ricettive e commerciali una convenzione per l’acquisizione on-line del biglietto di ingresso ai siti archeologici”. Infine nella petizione si chiede di “riaprire il Castello di Giulio II, ripensare una sistemazione urbana dell’area del Borgo di Ostia Antica che spinga i visitatori degli scavi a trattenersi anche nel nostro stupendo Borgo medievale”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here