Roma-Lido, ancora una giornata di ritardi. “Trattati peggio delle bestie”

2/6/2015 – Si preannuncia l’ennesima giornata di arrabbiature per gli utenti della Roma-Lido. Dopo l’incubo vissuto ieri da migliaia di pendolari con una media di percorrenza di oltre 40 minuti e la linea limitata ad un certo punto a Lido Centro oggi la giornata non inizia nel migliore dei modi con il sito di Atac che annuncia “forti ritardi” sulla linea. Ieri nel frattempo a riassumere con abbastanza chiarezza quanto accaduto ci ha pensato Alessamdro Claudio Metà di Acilia a Sud 2000 in diretta una nota inviata al Sindaco di Roma Marino. “Spettabile sindaco – scrive Metà – chi le scrive è in compagnia con le migliaia di persone vittime ancora oggi degli inaccettabili disservizi della Roma Lido. La situazione è drammatica. In questo momento segnalano treni ogni 45/50 minuti e stazioni chiuse da Lido Centro a Cristoforo Colombo. Nessuna altra spiegazione. Non ne abbiamo diritto, visto che siamo trattati al pari delle bestie. L’ultimo treno partito da Piramide alle 18.05 era un caf senza aria condizionata e con finestrini sigillati. Ho visto scene da terzo mondo. Mancano solo i viaggiatori sul tetto. Come sui treni del Bangladesh.
E pensare che l’assessore Improta (che non sappiamo se ancora in carica) aveva promesso dal primo luglio nuovi treni climatizzati e servizio migliorato per l’estate. Una sola parola ci è rimasta: Vergognatevi! Avete il dovere di far funzionare questa Città. Invece ogni giorno dobbiamo superare le mitiche fatiche di Ercole semplicemente per andare a scuola o al lavoro”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here