Ostia, 16enne egiziano litiga con il padre e tenta di strangolarlo

3/7/2015 – I Carabinieri della Compagnia di Ostia hanno arrestato un sedicenne d’origine egiziana, già conosciuto alle forze dell’ordine, con l’accusa di tentato omicidio, maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.
I fatti sono accaduti in un appartamento in via Marcello Pucci Boncampi: un uomo ha contattato il “112” chiedendo aiuto ai Carabinieri poiché poco prima il figlio, nel corso di un’accesa discussione, aveva tentato di strangolarlo.
Sul posto è intervenuta una “gazzella” del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Ostia.
I militari hanno trovato il giovane, ancora in preda all’ira, che, incurante della loro presenza, stava continuando a inveire contro il padre, un cittadino egiziano di 48 anni, minacciandolo di morte.
Gli accertamenti svolti nell’immediatezza hanno permesso di appurare che il giovane, come già fatto altre volte in passato, si era intromesso in una futile discussione scaturita tra il padre e la madre, una donna di 40 anni di origini polacche, e, colto da uno scatto di violenza, lo ha aggredito dapprima colpendolo con una testata, poi stringendogli le mani al collo.
Provvidenziale è stato l’intervento della madre che con non poca fatica è riuscita ad allontanarlo dal marito.
Il giovane e stato arrestato e trasferito nel Centro di Prima Accoglienza di via Virginia Agnelli.
La vittima è stata trasportata in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale Grassi di Ostia dove è stato visitato e riscontrato affetto da traumi consistenti in varie parti del corpo. Dopo le cure del caso, l’uomo è stato dimesso con una prognosi di sette giorni.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here