M5S: “Roma-Lido, toccato il limite della sopportazione”

18/7/2015 – “Dopo le giornate da incubo che hanno dovuto vivere i pendolari sulla Roma-Lido ieri si è ritoccato di nuovo il massimo limite di sopportazione. Ormai Roma ed il suo collegamento con i quartieri del X Municipio è diventato un Inferno al quale manca solo l’estrema violenza. Improta, assessore alla mobilità, se ne è andato e Marino deve avere l’obbligo morale di seguirlo ed eclissarsi nella città da dove è venuto”. Lo dice in una nota il Movimento 5 Stelle.

“Adesso basta”. Sostiene Paolo Ferrara ex consigliere municipale. “Questa tragicomica pantomima deve finire, in un modo o nell’altro. Il sindaco Marino si arrenda davanti alla sua incapacità e restituisca la città ai suoi legittimi proprietari. Ormai gli animi sono esasperati, gente che sviene per la mancanza di aria condizionata, treni fermi in avaria, pendolari costretti a piedi lungo i binari e sotto le gallerie, bimbi impauriti, utenti esacerbati, turisti disorientati. Questa non è la capitale culla della civiltà ma una città da quarto mondo. A chi giova questa guerra fra poveri fra personale Atac e utenza? Se penso a quanti finti manager con veri stipendi che la politica ha infilato per i suoi interessi in questa municipalizzata, tutto ciò diventa insopportabile”.

Ieri in senato è stato bocciato l’emendamento a firma Paola Taverna per lo scioglimento di Roma per Mafia, il PD sappia che non ci arrendiamo, Roma deve andare al voto il prima possibile, prima che chi erediterà il governo di questa città si ritrovi in mano solo macerie.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here