Al via il piano “Mare Sicuro 2015”. Oltre 80 uomini impegnati per un’estate senza pericoli

21/6/2015 – Prende il via domani l’operazione “Mare sicuro 2015”. Fino al prossimo 13 settembre gli arenili e il mare del litorale romano e laziale verranno pattugliati dalla Capitaneria di Porto al fine di garantire che la vita estiva relativa in particolare a balneazione, diporto e pesca possa svolgersi regolarmente grazie anche alla collaborazione con tutte le forze di polizia che operano in mare. Un piano tanto più utile a fronte dell’avvio drammatico della stagione balneare romana con la morte di un bagnigno a Fregene e di un sub
A presentare nei giorni scorsi il piano è stato nella sede della capitaneria di porto di Fiumicino, presieduta dal comandante, capitano di Vascello Lorenzo Savarese, e i titolari degli uffici dipendenti di Anzio, Torvaianica, Fregene e Ostia. L’incontro è stato anche l’occasione per illustrare le nuove procedure per la tutela degli utenti del mare come il decalogo dei sub e per richiedere una maggiore attenzione da parte dei gestori quando si organizzano in spiaggia eventi che possono protrarsi anche nelle ore notturne quando il rischio è che lo specchio d’acqua antistante i locali finisca con l’essere sorvegliato in misura inferiore.

A coordinare tutte le attività dell’operazione “Mare Sicuro” sarà a livello regionale il Reparto operativo della Direzione Marittima del Lazio che coinvolgerà i mezzi navali e terrestri della Guardia Costiera regionale e quindi in maniera congiunta vedrà l’impiego di mezzi e uomini del compartimento marittimo di Roma (Anzio, Nettuno, Ardea, Torvajanica, Ostia, Fiumicino, Fregene, Maccarese e Passoscuro). Ottanta gli uomini e 15 i mezzi navali tra motovedette e gommoni che opereranno via terra e mare negli orari destinati alla balneazione dalle 9 alle 19 con particolare attenzione ai giorni di maggior afflusso, festivi e week end.

Grande attenzione nell’operazione Mare Sicuro sarà riservata alla tutela ambientale attraverso l’impiego di nuclei speciali e mirate strategie di monitoraggio. Una tutela che passa attraverso anche la valorizzazione del mare inteso come patrimonio comune legato strettamente alla balneazione. In questo ambito quindi grande attenzione e costante controllo sarà riservata all’area marina protetta delle Secche di Tor Paterno che per tutto il periodo del piano “Mare Sicuro” verranno realizzati appositi servizi di vigilanza delle motovedette.

Per qualsiasi emergenza è attivo h24 il numero blu 1530 raggiungibile da telefonia fissa e mobile.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here