Ostia: “No alle strisce blu”, striscioni sul lungomare e in centro

11/5/2015 – Decine di striscioni contro i parcheggi a pagamento sono stati affissi nella notte ad Ostia da CasaPound Italia, sul lungomare ed in centro. “L’idea del commissario Sabella – ha spiegato Carlotta Chiaraluce, portavoce di Cpi nel X Municipio autore della protesta contro le strisce blu – è solo un modo per fare cassa e tassare ulteriormente i cittadini romani. Costringere chi vuole passare una giornata al mare o una serata ad Ostia – ha continuato Chiaraluce – a pagare vorrà dire rendere il territorio ancora più deserto dopo gli effetti della pedonalizzazione dello scorso anno ed ulteriori danni ai commercianti. La scusa dei parcheggiatori abusivi non regge, basterebbe impegnare i vigili urbani al controllo di tali attività per impedirla e non regge nemmeno la scusa della mancanza di soldi. Cominciamo a risparmiare non pagando più luce e gas alle centinaia di immigrati che vivono nell’ex colonia Vittorio Emanuele o a tagliare fondi alle associazioni di sinistra che in due anni hanno ottenuto centinaia di migliaia di euro dei nostri soldi. Faremo una dura opposizione – ha concluso Chiaraluce – se i parcheggi a pagamento diverranno realtà”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here