Infernetto, via Gaetano Coronaro, i residenti si tassano e chiudono le voragini

22/5/2015 – Via Gaetano Coronaro all’Infernetto è classificata come “via privata aperta al pubblico transito”. “Una volta – spiega Giosuè Mirizio dell’associazione Infernetto Sicuro – era la strada di maggior transito che univa le due arterie più trafficate dell’Infernetto, via Ermanno Wolf Ferrari e via Antonio Lotti, oggi non più, viste le condizioni disastrate in cui versa da moltissimi anni, più di dieci. Era tra l’altro una delle 82 strade dell’Infernetto che il comune di Roma avrebbe dovuto acquisire a suo patrimonio per la normale manutenzione. che fine ha fatto questo progetto? Lo chiediamo a chi oggi ci amministra. Cosi non è stato e preso atto delle difficoltà che l’amministrazione comunale ha nel riparare le buche delle vie comunali in manutenzione ordinaria, preso atto che la via “privata aperta al pubblico transito così come stanno le cose difficilmente rientrerà nei piani di manutenzione comunale, i residenti, a dir poco arrabbiati e delusi hanno deciso di autotassarsi per riparare le immense buche che non permettono un normale transito alle auto, bici, moto, pedoni e mamme che hanno difficoltà a spingere la carrozzina. La via è dotata di illuminazione pubblica è percorsa da mezzi pubblici. Perchè mai si chiedono i residenti non deve essere equiparata ad una normale strada pubblica? Sarebbe ora che l’amministrazione esca da questa situazione di comodo che ha permesso ad un assessore ai Lavori Pubblici di dichiarare che se dovesse intervenire con soldi pubblici commetterebbe reato. Ma le tasse che i contribuenti pagano non sono soldi pubblici? Per di più il proprietario del frontestrada è responsabile in solido di eventuali danni arrecati a persone o cose. Ci appelliamo al Sindaco di Roma – conclude Mirizio – perchè renda quanto dovuto a questi cittadini che non sono di serie b e che pur pagando le tasse e gli oneri concessori come tutti gli altri si vedono privati di un servizio a cui hanno diritto”.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here