Varchi, Sel: “Il Tar ha sospeso il provvedimento non ha bocciato l’apertura”

16-4-2015 – “Dire che il TAR ha dato ragione ai balneari, così come incautamente e colpevolmente qualcuno vuol far credere, è profondamente sbagliato. Il TAR non ha deciso di bloccare l’apertura dei varchi ma ha semplicemente sospeso il provvedimento in quanto ha ritenuto le planimetrie insufficienti al fine di individuare la localizzazione dei varchi stessi”. Lo dice in una nota Marco Possanzini, Coordinatore SEL Municipio X. “Queste planimetrie, oltretutto, portano la firma dell’Ing. Papagni, Presidente dell’Assobalneari. Sono anni che Sinistra Ecologia e Libertà si batte, senza se e senza ma, affinchè il mare di Roma torni ad essere di tutti e non soltanto di qualcuno. Il nostro litorale per troppo tempo è rimasto imprigionato, sequestrato, in una cortina di cemento che ha garantito enormi profitti ai soliti noti e favorito gli investimenti della criminalità”.
“La situazione di diffusa illegalità – prosegue – che tanto male ha fatto alla nostra città non può più essere tollerata. Consapevolmente sapevamo che questa non sarebbe stata una battaglia facile da condurre perchè ripristinare una condizione di legalità dopo decenni di illegalità diffusa e di gestioni predatorie dei beni comuni non è mai una battaglia semplice. L’udienza fissata dal TAR per il giorno 6 Maggio sarà l’occasione per chiarire definitivamente ogni aspetto tecnico amministrativo e procedere successivamente, con celerità e determinazione, all’apertura dei varchi. Vogliamo ribadire ancora una volta che nessuno deve farsi illusioni, ci batteremo, senza se e senza ma, contro ogni forma di compensazione rispetto all’apertura dei varchi perchè non vogliamo altro cemento sul nostro litorale. Saremo al fianco di Marino e della sua Giunta e di tutte le forze sane di questo territorio che vogliono togliere le catene, i lucchetti, al mare di Roma. Fatevene una ragione, i varchi si faranno e il mare di Roma tornerà ad essere di tutti e non solamente di qualcuno”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here