Roma-Lido, Azuni: “Verso una definitiva risoluzione dei disservizi”

15/4/2015 – “Oggi, ancora una volta insieme alla presidente della Commissione Mobilità, Annamaria Proietti Cesaretti ed ai consiglieri che ne fanno parte, si è tenuto l’incontro con ATAC S.p.A. nelle figure dei responsabili della Direzione Ingegneria e Progetti di Sviluppo e i Comitati di Quartieri  per  conoscere concretamente l’andamento dei lavori  riguardanti la tratta Roma – Lido e le relative stazioni“. A dirlo è Maria Gemma Azuni, Consigliere dell’Assemblea Capitolina di Roma Capitale di Sinistra Ecologia Libertà. “Un confronto serrato insieme ai cittadini che da anni vivono le difficoltà di una situazione  vergognosa che danneggia in primo luogo loro e concorre a ridurre l’efficacia e l’impegno di questa amministrazione. Le numerose difficoltà, a cui si tenta di rispondere hanno come obiettivo primario quello di rendere la nostra città, libera dai tanti legacci che da anni bloccano e  impediscono il giusto sviluppo di un servizio primario, quale quello del trasporto pubblico attraverso la creazione di un agenzia unica, dopo anni in cui la qualità della vita di interi quadranti della città e dei suoi cittadini è stata ridotta e danneggiata. In quest’ottica si deve valutare ed intervenire, senza più perdite di tempo, rispondendo definitivamente a questa situazione che stigmatizzo “nei gravi e continui disservizi che affliggono questa tratta”. Nonostante siano già stati presentati e approvati, anche, nelle passate consiliature, altri atti, in questa direzione, abbiamo presentato in relazione all’imminente approvazione della deliberazione sul Nuovo PGTU ulteriori Ordine del Giorno, che sono non l’inizio ma, speriamo, la fine di questo annoso problema. Tali atti, oltre a prevedere tutte quelle infrastrutture che rendono funzionale una linea ferroviaria così importante quali: parcheggi, ascensori, scale mobili, sotto o sovrapassaggi, prevedono anche l’introduzione di personale addetto al controllo e al buon funzionamento di tutta la rete di supporto nelle stazioni, che, fino ad ora, ha penalizzato fortemente gli utenti in condizioni di disabilità e gli anziani,  i quali non hanno potuto servirsi agevolmente di questo servizio. Auspico, attraverso gli strumenti che l’Assemblea Capitolina può mettere a disposizione che si attivino le sensibilità, le risorse e le competenze necessarie di entrambi gli enti territoriali, per risolvere l’annoso e spinoso problema, relativo al passaggio della proprietà della ferrovia Roma-Lido dalla Regione Lazio a Roma Capitale, quale precondizione atta a consentire il trasferimento diretto della risorse economiche per il potenziamento e miglioramento definitivo della Roma – Lido”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here