Ostia, le esposizioni artistiche di primavera. Comincia il Circolo Viani

15/4/2015 – E’ il periodo in cui si risveglia la natura e in cui fiorisce l’estro degli artisti. Sul territorio del Lido cominciano, quindi, le kermesse d’arte. Primo a iniziare è il Circolo artistico Lorenzo Viani, con la sua Mostra di Primavera. Sabato e domenica scultori e pittori esporranno le loro opere in via dei Misenati.
La mostra è arrivata alla sua 5° edizione e dopo questo primo fine settimana verrà riproposta a fine maggio. 34 i pittori e gli scultori che esporranno le proprie opere, artisti “tutti di alto livello” come sottolineato da Elena Majoli, presidente del Circolo Artistico Lorenzo Viani dal 2001 e fondatrice nel 1984 insieme ad altri 12 artisti, tra cui Marisa Grani, che ancora espone con loro. “L’età dei pittori è varia, ci sono molti nuovi artisti emergenti – spiega la presidente Majoli -. A me piace che ci sia questa differenza. E questo modo di esporre all’aperto, è un modo per portare l’arte vicino la gente, non solo nelle gallerie”.

Ma perché questo concentrarsi su Ostia da parte del Circolo, questo amore visibile per il X Municipio capitolino? “Esponiamo – spiega ancora la Majoli – anche alla Galleria del Bramante, ma il Litorale Romano è particolarmente amante delle mostre all’aperto in cui c’è la vicinanza della gente con gli artisti stessi. E soprattutto c’è molto interesse da parte dei giovani. Questa è una delle cose per cui mi batto di più: che i giovani si avvicinino alla cultura. E in queste mostre all’aperto vediamo proprio che i più giovani sono molto coinvolti: domandano, si interessano, sono coinvolti in prima persona con l’artista e l’arte e i suoi messaggi arrivano diretti. Ostia risponde quindi a questo contatto diretto e, anche se ci sono tante cose negative, la mia ambizione è l’interesse culturale in quegli stimoli che fanno bene alla gioventù. Inoltre credo che sia un veicolo per una maggiore affluenza di visite sul Litorale, risvolto buono anche per le attività commerciali”.

Il Circolo Viani ha festeggiato i suoi 30 anni nel 2014 e tutte le mostre in programma nel 2015, fanno parte del bando X Cultura, voluto dalla ex giunta Tassone. Questa tipologia di esposizione a stretto contatto con il pubblico, è il fulcro su cui la Majoli ha incentrato tutta la sua attività di diffusione della cultura: “Ci ho sempre creduto. Ho tenuto mostre in tutta Italia, in Francia, negli Emirati Arabi, ma questo modo di presentare l’arte stando vicino alle persone, mi ha cambiata. Avevo un carattere chiuso, ho dovuto fare uno sforzo tra le mille difficoltà, ma mi sono impegnata affinché il messaggio culturale arrivasse”.

Nelle kermesse del Viani troviamo tutte le tecniche pittoriche: dall’olio all’acquerello, dall’astratto al realistico. Sono mostre a 360°, che coinvolgono anche i vari tipi di espressione artistica: dalla pittura, al disegno, alla scultura, fino alla fotografia. Per questo rappresenta, possiamo dire, una ricchezza per il territorio del X Municipio capitolino, ricco di artisti e fecondo per ogni forma d’arte, che viene valorizzata e nasce tra le numerose associazioni.

(Ione Pierantonio)

viani 2

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here