Ostia, interrogazione sulla Casa del Parto “Acqualuce”

24/4/2015 – “Oggi abbiamo depositato un’interrogazione urgente a risposta immediata in merito alla sospensione dei servizi presso la casa del Parto “Acqualuce” dell’Ospedale Grassi di Ostia, una struttura per cui avevamo già depositato una mozione ancora non discussa dal Consiglio”. Lo dice in una nota Davide Barillari del Movimento 5 Stelle. La casa del Parto, oltre a quello in acqua, permetteva il parto naturale in sicurezza per madri e nascituri, grazie alla vicinanza con l’ospedale, e riducendo costi e medicalizzazione. Inaugurata nel 2009 come la prima struttura del centrosud ad erogare questo genere di servizi, non è mai stata messa in condizione di operare al massimo delle proprie potenzialità, tanto che nel 2010 l’attività venne sospesa e ripresa solo dopo le proteste del Comitato civico nato a tutela della struttura. Lo scorso marzo il D.S. Panella ha rassicurato in un’audizione in commissione salute sul futuro della casa del Parto, garantendo investimenti però dopo poche settimane la casa è stata chiusa. Con queste premesse chiediamo a Zingaretti di riaprire e di mettere in condizioni di operare AcquaLuce, una realtà che affiancava la necessità di tutela della salute delle madri e dei figli con quella del contenimento della spesa sanitaria.”

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here