Il Coordinamento Sicurezza Idraulica scrive a Marino

20/4/2015 – Chiedono un incontro urgente con il Sindaco Ignazio Marino nella sua veste di presidente ad interim del X Municipio. Sono i portavoce del Coordinamento sicurezza idraulica del X Municipio.  

“Egregio Presidente, – scrivono –  le è noto che questo Coordinamento è impegnato da anni sul tema della sicurezza idrogeologica. Un problema che si annovera fra le più drammatiche criticità sociali della Capitale ed, in particolare, dell’entroterra del X Municipio.
Ricorderà certamente gli eventi del 31 gennaio 2014, che ebbe occasione di constatare personalmente visitando i luoghi del territorio più colpiti dall’invasione delle acque.
A seguito di quegli eventi – che acclararono la totale inefficienza degli enti locali preposti, soprattutto alla garanzia della incolumità dei cittadini – da parte di questo Coordinamento, si è dato fronte a molteplici iniziative mirate fino ad arrivare, nell’ottobre dello scorso 2014, all’occupazione della sala Consigliare del Municipio stesso! Un’occupazione di risonanza mediatica nazionale, che aveva quale obiettivo la presa di coscienza da parte Sua, in veste di Sindaco di Roma Capitale e quella del Presidente della Regione Lazio, invitati formalmente ad un incontro in loco, per far conoscere ai cittadini il pensiero istituzionale.
Di seguito all’occupazione del Municipio, dopo un’apparente presa di coscienza generale, si sono verificati i seguenti eventi:

  1. il 28 ottobre 2014, in una conferenza pubblica in occasione della quale auspicammo la Sua presenza e quella del Governatore del Lazio, l’ex Presidente del Municipio, ora dimissionario, presentò un primo finanziamento di 2 mln di Euro da parte della Regione Lazio destinato ad opere, finalizzate alla parziale riduzione della criticità idraulica in specifiche zone dell’entroterra. Quelle opere, si disse in quella sede, riguardando progetti già approvati, parzialmente realizzati e da completare, erano di fato cantierabili e sarebbero state riavviate nel giro di un mese. Ma ancora nulla di fatto;
  2. il 6 febbraio 2015, nella sala Aniene della Regione Lazio, il Governatore presentò un piano di finanziamenti del Governo nazionale per circa 70mln di Euro, destinati ad opere di messa in sicurezza idraulica delle zone della regione ad alto rischio, di cui circa 26mln destinati proprio al X Municipio. Anche in questo caso si parlò (da parte dell’Assessore Refrigeri), di immediata disponibilità atteso che le opere a cui erano destinati tali fondi riguardavano progetti già approvati ed in taluni casi appalti assegnati o avviati e sospesi. Anche in questo caso, ancora nulla di fatto;
  3. lo stesso 6 febbraio 2015, nella sala consigliare del Municipio la giunta presentò un finanziamento da parte di Roma Capitale che a stralcio dei circa 3,8mln di Euro, destinava al X Municipio 1,8mln di €uro (di cui 1mln finalizzato alla manutenzione delle condotte di acque pluviali e 0,8mln da destinare ad altre soluzioni sempre idrauliche). Ancora nulla di fatto.

Per quanto sopra, alla luce dei fatti che hanno stravolto l’organigramma della Giunta, del Consiglio e delle strutture tecnico amministrative di tutto il X Municipio, Le chiediamo un incontro urgente (prot.47126 del 20 aprile 2015) mirato a fare il punto sulla messa in sicurezza idraulica del territorio.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here