Fregene, inaugurata la nuova rotonda e la statua di Chira

18/4/2015 – Un nuovo lungomare per Fregene, in vista della stagione estiva. Con tanto di pista ciclabile, nuovo asfalto e statua di “Chira, la Centaura di Enea”, realizzata dalla scultrice di fama internazionale Alba Gonzales e posizionata sulla nuova rotonda presso il piazzale di Fregene, inaugurata oggi alla presenza del sindaco Esterino Montino, dell’assessore ai Lavori Pubblici Angelo Caroccia, di Paolo Orneli, Capo Segreteria dell’assessore regionale allo Sviluppo economico Guido Fabiani e della scultrice stessa.
Un biglietto da visita entusiasmante sia per i residenti che per tutti coloro che, questa estate, sceglieranno la “Perla del Tirreno” come località dove trascorrere le vacanze estive.
“Al momento – ha spiegato il sindaco di Fiumicino Esterino Montino – grazie anche al contributo della Regione Lazio, è stato realizzato il tratto di pista ciclabile tra Fregene Sud e Fregene nord, fino allo stabilimento balneare Il Sogno del Mare, di oltre 3 chilometri. A settembre ripartiranno i lavori per la realizzazione del tratto compreso tra il Sogno del Mare e la rotonda del Villaggio dei Pescatori. La realizzazione della pista sta portando alla progressiva sistemazione e valorizzazione dell’intero lungomare. Il lungomare così sistemato e riqualificato, tanto atteso da anni e finalmente del tutto fruibile, è diventato una delle mete preferite per le passeggiate, a piedi o in bicicletta. Ringrazio Alba Gonzales per questa meravigliosa statua che dà il benvenuto a chi arriva al mare da viale della Pineta”.
“Questa rotonda – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Angelo Caroccia – bella e funzionale per chi arriva a Fregene, perfettamente valorizzata dalla statua di Chira, razionalizzerà l’andamento del traffico nelle giornate estive. Oltre alla rotonda, tra l’altro, abbiamo rifatto l’asfalto, realizzato nuovi parcheggi a spina di pesce e regolamentato la viabilità con nuova segnaletica sia verticale che orizzontale. La piantumazione delle alberature, inoltre, ha dato un aspetto davvero gradevole all’intero paesaggio”.

LA STATUA DI CHIRA

L’opera è stata realizzata in quanto vincitrice di concorso indetto nel 2003 dal Comune di Fiumicino, in base alla cd. Legge del 2%. L’opera fu l’unica figurativa in concorso e fra i componenti della Giuria si annoverò anche il celebre critico padovano, Giorgio Segato, prematuramente scomparso nel 2011.
Perché Chira, Centaura di Enea? Alba Gonzales, cultrice dei miti evocati dal grande poeta latino Virgilio nella sua Eneide, regala all’epopea dell’eroe troiano sbarcato sui lidi del Lazio un nuovo personaggio: la Centaura Chira, affascinante portatrice di benvenuto con le arti della danza e della musica.
L’artista immagina dunque un personaggio del tutto originale, rispetto all’antica mitologia: il suo nome, però, è il femminile di Chirone, il più saggio e benevolo dei Centauri, esperto nelle arti, nelle scienze e nella medicina e protagonista anche del XII Canto dell’Inferno di Dante.
Chirone fu maestro di numerosi eroi, da Teseo a Aiace, da Achille ad Ercole e Giasone e, naturalmente, anche di Enea. Dal Monte Pelion, dove il centauro viveva, al centro della Grecia, ha forse inviato la sua allieva Chira per accogliere un suo prediletto nel luogo che gli darà fama imperitura?

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here