DoReMi Diverto, M5S: “Ennesima delusione ad opera delle istituzioni”

18/4/2015 – “A nulla valgono le parole se non sono seguite dai fatti. L’ennesima delusione è andata in scena ieri davanti al municipio dopo l’invito e l’impegno dei giorni scorsi che il Sindaco Marino aveva garantito ai rappresentanti del Comitato dei genitori della DoReMi Diverto durante l’inaugurazione della casa della salute. – spiegano dal Movimento 5 Stelle del X Municipio. – Alla breve riunione, per un tema così importante che si è svolta tra i rappresentanti del comitato e il vice sindaco Luigi Nieri, si è aggiunto l’assessore alla Legalità Alfonso Sabella, che non ha ottenuto nessun risultato positivo, se non quello di creare ancor più tensione e disagio”.
“Le richieste – sottolinea Enrico Sarazzi componente del comitato dei genitori – sono quelle della restituzione alla pubblica proprietà del terreno su cui era edificata la scuola e della sua ricostruzione, a seguito dell’incendio doloso che l’aveva distrutta nel 2012. Questo – prosegue Sarazzi – tramite la revoca dell’assegnazione formale operata dal Dipartimento Patrimonio di Roma Capitale.” “Il terreno infatti venne assegnato alla Caritas – spiegano ancora dal M5S – sia dalla ex giunta Tassone sia dal Dipartimento Patrimonio di Roma Capitale. La procedura di assegnazione e la bonifica del terreno presentano ombre e mancanza di trasparenza, che alimentano i sospetti di illegittimità”.
“L’incontro, che nelle prime battute sembrava avvalersi da parte delle istituzioni di un dialogo pacato – aggiunge Enrico Sarazzi – si è trasformato rapidamente in un attacco ai quattro rappresentanti del comitato dei genitori, sia nei toni che nei contenuti, motivando il netto diniego alle nostre legittime richieste, confermando infine le scelte condotte dalla ex giunta Tassone, che si è dimessa in seguito alle vicende legate a Mafia Capitale”.
Non sono mancate le lacrime di alcune mamme, che testimoniano quanto questa vicenda abbia scosso gli animi dei cittadini lidensi. “Il movimento 5 Stelle, non accetta nè un simile linguaggio, nè un simile comportamento da chi politicamente si è reso responsabile della disastrosa situazione in cui versa il X Municipio. I toni concitati di un’amministrazione fallimentare, in questo momento non pare stiano rappresentando la legalità e il riconoscimento di un errore amministrativo. Se questa sarà la strada che il PD, attraverso Il sindaco Marino, il suo vice Nieri e l’assessore alla legalità Sabella vorranno percorrere, allora siamo ancora ben distanti dal concetto di legalità che il Movimento 5 Stelle vuole invece garantire ai cittadini del X Municipio”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here