Ostia, donazione del sangue a Santa Monica

5/2/2015 – Domenica 8 febbraio i volontari della Banca del Sangue di Ostia insieme all’équipe medica dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma saranno dalle 8 alle 11.30 nei locali della parrocchia di Santa Monica per la consueta donazione del sangue che permetterà ai più piccoli di superare i momenti più difficili. Ai donatori verrà offerta una colazione a buffet con tante cose buone preparate dall’Oratorio dei Genitori e chi lavora di domenica può chiedere un certificato in loco. I risultati delle analisi del sangue saranno inviati al domicilio dei donatori in modo totalmente gratuito.

CHI PUO’ DONARE:
– Tutti coloro che hanno un’età compresa fra i 18 e i 65 anni, un peso non inferiore a 50 kg, la pressione arteriosa sistolica tra 110 e 180 mmHg e quella arteriosa diastolica tra 60 e 100 mmHg.
– Gli uomini possono donare fino a quattro volte l’anno con intervalli minimi di 90 giorni. Le donne, in età fertile, fino ad un massimo di due volte l’anno, anche loro con intervallo minimo di 90 giorni ma non possono donare da due giorni prima del ciclo mestruale fino al quinto giorno dopo la fine del ciclo stesso.

MOTIVI CHE ESCLUDONO TEMPORANEAMENTE DALLA DONAZIONE:
PER 1 ANNO: parto, allergie a farmaci (dopo l’ultima esposizione).
PER 6 MESI: malattia di Lyme, mononucleosi (dopo la guarigione), toxoplasmosi e interruzione di gravidanza.
PER 4 MESI: esposizione accidentale al sangue, trasfusioni, uso di catetere, endoscopia, trapianto, intervento chirurgico, rapporti a rischio, agopuntura (se non fatta da professionisti con ago usa e getta), tatuaggio, piercing.
PER 4 SETTIMANE: vaccinazioni per vaccini preparati con virus o batteri vivi attenuati; 48 ore per tutti gli altri vaccini.
PER 1 SETTIMANA: cure odontoiatriche.
PER 5 GIORNI: assunzione di antinfiammatori o analgesici (es. aspirina, aulin, ecc.)

MOTIVI CHE ESCLUDONO IN MODO PERMANENTE DALLA DONAZIONE:
L’aver sofferto o il soffrire di epatite B e C, angina pectoris, infarto del miocardio, flebiti, diabete (insulino dipendente), neoplasie, epilessia e sindromi convulsivanti, tendenza alle emorragie, ulcera di stomaco, alcolismo, gravi malattie reumatiche, dermatosi diffuse, instabilità mentale, malattie disendocrine, nefropatie croniche, malattie autoimmuni, Lue, sieropositività per HIV.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here