Ostia Antica, “no alla vendita della Casa delle Maestre”

14/2/2015 – Il piano di alienazione del patrimonio immobiliare comunale, proposto dalla Giunta Marino, prevede la vendita di circa 600 unità immobiliari. Fra queste è compreso anche l’edificio di Via delle Saline 6 ad Ostia Antica, meglio conosciuto come “La Casa delle Maestre”, uno stabile comunale di pertinenza della scuola comprensiva Fanelli/Marini. L’edificio fu costruito nei primi anni del secolo scorso su un terreno frutto di una donazione fatta con l’espresso vincolo di impiego per interesse pubblico. In uno dei quattro appartamenti che costituiscono l’edificio sono attive, da circa 20 anni, due sezioni di scuola materna, le uniche presenti in tutto il territorio di Ostia Antica.
“Il Circolo SEL “Casa della Sinistra X Municipio” – spiegano Marco Possanzini, coordinatore del Circolo SEL “Casa della Sinistra X Municipio” ed Eugenio Bellomo, Capogruppo SEL X Municipio – considera l’alienazione della “Casa delle Maestre” un grave danno per la comunità, uno sbaglio che va assolutamente corretto. Questa struttura deve rimanere pubblica e deve essere messa a disposizione dei cittadini,  ad esempio realizzando al suo interno laboratori scolastici, centri ricreativi per l’infanzia o attività socio-culturali. Non possiamo permettere che un bene comune così importante finisca nel portafoglio privato dello speculatore edilizio di turno. “Il Circolo SEL “Casa della Sinistra X Municipio” chiede che l’edificio di Via delle Saline 6, “La Casa delle Maestre”, rimanga di proprietà del Comune di Roma e venga definitivamente escluso dalle liste dei beni alienabili. Chiede inoltre al Presidente del X Municipio  Andrea Tassone, di fare tutto quanto in suo potere al fine di salvaguardare e mantenere la proprietà pubblica del suddetto edificio. “La Casa delle Maestre” è un bene comune, di tutti, per tutti, e deve rimanere tale”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here