Ostia, alla Scuola di Polizia Tributaria si parla della riforma del sistema sanzionatorio

20/2/2015 – Il Convegno in programma lunedì presso la Scuola di Polizia Tributaria di via delle Fiamme Gialle, avrà ad oggetto l’analisi del nuovo sistema sanzionatorio delineato dall’art. 8 della legge 11 marzo 2014 n. 23, che ha conferito al Governo la delega a procedere alla revisione delle norme esistenti. I Relatori analizzeranno i principi della delega per verificare che i decreti legislativi che ne scaturiranno assicurino il rispetto dei criteri, in essa stabiliti, di predeterminazione e di proporzionalità, di correlazione delle sanzioni all’effettiva gravità dei comportamenti, nonché la possibilità di ridurre le sanzioni, applicando sanzioni amministrative anziché penali e tenendo conto di adeguate soglie di punibilità, per i casi meno gravi e per quelli in cui la determinazione del debito d’imposta avviene attraverso strumenti consensuali o procedimenti di verifica basati sulla collaborazione dei contribuenti.
Il tema sarà esaminato analizzando la natura, la struttura e le funzioni della sanzione nella più ampia prospettiva del diritto penale e del diritto amministrativo, ambiti in cui essa è stata studiata più a lungo e più a fondo, allo scopo di individuare gli elementi di coerenza del sistema sanzionatorio tributario con l’ordinamento giuridico complessivo. Ricostruendo il fenomeno in questa più ampia dimensione non potrà essere trascurato il mutamento intervenuto nella società contemporanea, passata da una concezione rigidamente egualitaria della collettività alla presa di coscienza della differenziazione degli individui, basata sul consenso quale elemento generatore della solidarietà sociale. In un simile contesto, si indagherà se lo stesso diritto nel suo complesso si sia discostato dalla sua originaria natura repressiva per integrarsi nella visione di un diritto di tipo “cooperativo”, teso a garantire la differenziazione degli individui mantenendone la coesione sociale attraverso l’impiego della solidarietà.
Nel Convegno si ricercheranno le ricadute di questa nuova prospettiva nei rapporti tra Stato e reo, tra Pubblica Amministrazione e responsabile della violazione, tra Fisco e contribuente. Un’attenzione particolare sarà riservata al quadro internazionale, che verrà esaminato sia attraverso la comparazione con i sistemi sanzionatori in vigore negli altri Stati membri sia attraverso la verifica della compatibilità delle norme sanzionatorie nazionali con i principi fondamentali del diritto europeo.
In questo scenario si inserisce anche la possibilità di applicare nel diritto sanzionatorio tributario il principio “ne bis in idem”, che ha formato oggetto di attenzione nelle più recenti pronunce della CEDU. Il Convegno tratterà lo stesso tema scelto per l’Annual Meeting 2015 dell’EATLP (European Association of Tax Law Professors) su “Surcharges and Penalties in Tax Law”, che si terrà nell’Università di Milano dal 28 al 30 maggio 2015.

PROGRAMMA

9.30 – 10.00 Indirizzi di saluto

Carlo Ricozzi (Comandante della Scuola di Polizia Tributaria) Saverio Capolupo (Comandante Generale della Guardia di Finanza) Peter Essers (Presidente Academic Committee EATLP) Alessandro Giovannini (Presidente AIPDT) Pietro Selicato (Master in Pianificazione Tributaria Internazionale – Rivista di Diritto Tributario

Internazionale)

10.00 – 11.00 La sanzione nell’ordinamento giuridico (Presiede Franco Gallo)

La sanzione nel diritto penale dell’economia Roberto Zannotti (LUMSA – Roma)

La sanzione nel diritto amministrativo Pasquale Cerbo (Università Cattolica del Sacro Cuore – Piacenza)

Le sanzioni tributarie in Italia (evoluzione e prospettive) Daria Coppa (Università di Palermo)

11.00 – 11.30 Coffee break 11.30 – 13.30 La sanzione tributaria nel contesto europeo (Presiede Jacques Malherbe)

Surcharges and penalties in tax law (an European overview) Roman Seer (Bochum University)

La sanzione tributaria nella cooperative compliance Josè Andrés Rozas Valdes (Universidad de Barcelona)

Sanzione e principio di proporzionalità Fabrizio Amatucci (Seconda Università di Napoli)

Le sanzioni improprie tra esperienze nazionali e diritto europeo Lorenzo del Federico (Università G. D’Annunzio Chieti – Pescara)

La sanzione tributaria nella giurisprudenza della CEDU Giuseppe Marino (Università di Milano – EATLP AC Member)

13.30 – 14.30 Interruzione dei lavori

14.30 – 16.30 La sanzione tributaria nell’ordinamento italiano: criticità e problemi aperti (Presiede Claudio Sacchetto)

Elusione fiscale, abuso del diritto e sanzione Alessandro Giovannini (Università di Siena)

Evasione “valutativa”, violazioni “formali” e “gravità della violazione” Giuseppe Zizzo (Libera Università Carlo Cattaneo – Castellanza)

Gli effetti della definizione amministrativa nel processo penale Giuseppe Melis (LUISS – Guido Carli – Roma)

Sanzioni tributarie e procedure concorsuali Franco Paparella (Università del Salento – Lecce)

Sanzioni indirette e accessorie (il sequestro per equivalente finalizzato alla confisca) Pietro Selicato (Sapienza Università di Roma – EATLP AC Member)

Contrasto alle frodi, indagini penali e accertamento tributario Stefano Screpanti (Comando Generale Guardia di Finanza–Capo III Reparto Operazioni)

16.30 Conclusioni

Giovanni Puoti (Università Telematica Niccolò Cusano, Roma) Carlo Ricozzi (Comandante della Scuola di Polizia Tributaria)

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here