Giornata del Ricordo, X Municipio menziona famiglie Villaggio Giuliano di Acilia

10/2/2015 – “In occasione della Giornata del Ricordo che celebra i martiri delle Foibe, il X Municipio di Roma Capitale vuole menzionare le famiglie dei profughi istriani, fiumani e dalmati che diedero vita al Villaggio Giuliano di Acilia, quartiere storico del territorio, a partire dal 1955. Una memoria condivisa è alla base di una democrazia compiuta che impara dai suoi errori e dall’indifferenza che per anni ha dimenticato migliaia di vite cancellate nelle Foibe, o costrette all’esilio.
Per questo motivo, si menzionano le famiglie: Africh, Almerigogna Ballarin, Bellasich, Bencich, Bernardis, Bernardo, Bestiaco, Boron, Braicovich, Brencella, Budin, Buglianovich, Bursich, Burul, Butkovich, Butorac, Calvitti, Carboni, Chiappolini, Chicco, Chiurco, Colussi, Coronica, Coverliza, Cregli, Crevatin, Cucciani, Dapretto, Davanzo, Debernardis, Delvecchio, De Stallis, Di Donna, Dorbez, Fornasaro, Gasparris, Geloni Ieloncich, Gersach, Gizdulich, Glavocich, Gobbi, Goich, Goina, Grubessi, Gruic, Guardabasso, Heinzl, Iucevich, Jechnich, Karis, Krebely, Kucich, Legis, Lenaz, Lettis, Liuni, Lombardi, Macchi, Manzin, Marchesan, Martelletti, Martelli, Martinico, Martis, Mascherin, Massalin, Matossi, Maurovich, Merafini, Micugliani, Mihlavcich, Milos, Milovan, Moccioni, Mondo, Morosini, Musizza, Nacinovich, Nanula, Nanut, Opassi, Opatich, Orlando, Pagliaro, Paruta, Pasqualis, Penso, Percovich, Persurich, Perucci, Pincin, Pluharschi, Poldrugo, Pitacco, Pittoni, Pizzamei, Potocco, Presta, Rafin, Rismondo, Rosa, Ruzzier, Sain, Sau, Saxida, Scarpa, Schneider, Schwenzner, Scorcelletti, Scratuglia, Sebeni, Segnan, Shmidt, Sifari, Slovich, Smocovich, Smoquina, Soldatich, Sparica, Steffè, Stipcevich, Tavelli, Telich, Tominic, Tonelli, Tornalotto, Travan, Tutti, Uderzo, Vardabasso, Vascotto, Visentin, Zanella, Zaro, Zovich, Zuccon, Zanin, Zerbinati, Zuich, Zupcich.
Il lavoro di ricostruzione delle famiglie del Villagio Giuliano di Acilia è stato portato a termine dai pochi esuli ancora in vita e dai loro eredi, che si ringraziano per il preziosissimo contributo”.
Lo comunica in una nota il X Municipio di Roma Capitale.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here